Trump frena su Libra: «Facebook diventi una banca a tutti gli effetti»

Anche il presidente della banca centrale Usa (Fed) Jerome Powell, aveva espresso preoccupazione per Libra

Tre tweet nel tardo pomeriggio per bocciare l’ultimo progetto di Mark Zuckerberg. Donald Trump si scaglia contro le criptovalute e in particolare contro la proposta di Facebook per un ‘global coin’ annunciata recentemente.

«Non sono un fan del Bitcoin e delle altre Criptovalute, che non sono davvero soldi e il cui valore è molto volatile e si basa sul nulla.» Al di là dell’incertezza che le caratterizza, ci sarebbe poi il legame con varie forme di attività illegali, come il traffico di stupefacenti.

Ma dai tweet del Presidente si evince anche un’altra motivazione, ovvero che il potenziale globale della criptovaluta di Facebook potrebbe intaccare il dominio del dollaro sui mercati monetari del mondo, mettendo a repentaglio il connubio Stato-moneta, simbolo e strumento di sovranità.

Da qui l’ordine del Presidente a Mark Zuckerberg di ottenere le necessarie autorizzazioni per diventare, oltre a un social media company, anche una banca a tutti gli effetti e, così facendo, sottoporsi a quelle che sono le regole e i vincoli dentro i quali opera il sistema bancario.

Leggi anche: