«Basta coca, puntiamo tutto sull’amuchina»: la parodia di Gomorra ai tempi del Coronavirus – Il video

«Abbiamo concorrenza?», chiede il complice di Cirù. Gennaro è lapidario: «Solo uno. Amazon»

Un parcheggio di periferia, un auto si ferma, tre uomini scendono e si avvicinano con fare circospetto a due tizi che aspettano. Hanno della merce da vendere. Cocaina? No. Ai tempi del Coronavirus c’è qualcosa di molto più redditizio per il malaffare.

«Ho un nuovo business tra le mani» annuncia solennemente Gennaro. Cirù non sembra crederci: «Stai scherzando?», chiede quando l’altro pronuncia la fatidica parola. «Amuchina, amuchina, amuchina. Tutti vogliono l’amuchina. La richiesta è alle stelle. Secondigliano non pensa ad altro. La chiamano l’oro trasparente».

Non è Gomorra la serie tv. Semmai è Cov-morra, una parodia che sta rimbalzando di social in chat, che porta la firma di The Cerebros. Gli attori cercano di allentare la tensione intorno all’emergenza coronavirus, riproponendo una tipica scena di compravendita di droga. Anche al netto della reale difficoltà per molti cittadini di acquistare prodotti igienici e mascherine il cui prezzo è davvero schizzato alle stelle nell’ultima settimana. «Abbiamo concorrenza?», chiede il complice di Cirù. Gennaro è lapidario: «Solo uno. Amazon, quella m**da».

Foto di copertina: Facebook – The Cerebros

Il parere degli esperti:

Leggi anche: