Coronavirus, i numeri in chiaro. Ricci-Tersenghi: «Per uscire dalla crisi bisogna guardare ai ricoveri» – La videointervista

Il divulgatore scientifico ha analizzato per Open gli ultimi dati dell’epidemia. Se ieri si erano registrati +4.585 nuovi casi positivi, il 4 aprile il numero è leggermente salito: +4.805

I dati diffusi dalla Protezione civile il 4 aprile dicono che in Italia, attualmente, sono stati riscontrati 124.632 casi di positività al Coronavirus: 20.996 guariti, 88.274 ancora infetti e 15.362 morti. Se nella giornata di ieri, 3 aprile, si erano registrati oltre 4.585 nuovi casi di positività in totale, oggi il numero è salito a 4.805.

«I dati più significativi sono quelli relativi ai decessi e alle ospedalizzazioni. Per quanto riguarda i morti, possiamo dire che il picco, considerando gli incrementi giornalieri, è stato raggiunto», spiega Federico Ricci-Tersenghi, professore di Fisica all’Università La Sapienza di Roma. «Sulla quantità di persone ospedalizzate, uscire dalla crisi vuol dire ridurla in numeri assoluti e non soltanto rallentarne la crescita», aggiunge l’accademico. «Se guardiamo il numero dei ricoveri, sembra che il picco lo stiamo raggiungendo in questi giorni».

«La Campania – conclude Ricci-Tersenghi, è la regione che più mi preoccupa. Se guardiamo i dati di questa settimana, pare l’unica regione dove c’è stato un aumento dei casi senza un relativo aumento dei tamponi. Anche le ospedalizzazioni stanno crescendo».

Il parere degli esperti:

Leggi anche: