Coronavirus, il premier irlandese Leo Varadkar tornerà a fare il medico in corsia (una volta alla settimana)

Laureato al Trinity College di Dublino, Varadkar è il primo premier irlandese dichiaratamente gay

È un’icona progressista. E un medico che, da primo ministro, a causa dell’emergenza e della pandemia di Coronavirus, decide di tornare a fare nel suo paese, l’Irlanda, quello per cui ha studiato e giurato: il medico appunto.

Il protagonista è Leo Varadkar, premier irlandese di 41 anni: è laureato in medicina al Trinity College di Dublino e ha esercitato la professione per sette anni prima di entrare in politica. E secondo quanto riporta l’Irish Times a marzo Varadkar – anche suo padre Ashok, immigrato indiano, è medico, mentre la madre è un’infermiera – si è iscritto di nuovo nell’elenco dei medici praticanti, nel quale non compariva dal 2013. Potrebbe quindi – si legge ancora – prestare servizio una volta alla settimana come medico, in un’area attinente alle sue qualifiche.

Come accade in altri Paesi – Italia inclusa – il servizio sanitario irlandese aveva diramato un appello il mese scorso per tutti i professionisti del settore affinché si registrassero per contribuire ad affrontare la crisi: in meno di tre giorni erano arrivate 50mila adesioni.

L’Irlanda ha applicato severe restrizioni alla circolazione fin dall’inizio dell’epidemia, e per quanto i casi potrebbero aumentare in settimana, la gestione della crisi del governo ha trovato un plauso bipartisan.

Chi è Leo Eric Varadkar

Gia ministro della Difesa nel governo dell’Irlanda nel 2017, Varadkar è nato a Dublino e ha lavorato parecchi anni come in ospedale, diventando medico generale. Non esercita dal 2003 per il suo impegno in politica.

Durante la campagna per il referendum che nel 2015 avrebbe portato l’Irlanda a dire sì ai matrimoni anche tra persone dello stesso sesso, Varadkar ha fatto coming out, diventando di fatto il primo taoiseach (premier in irlandese) dichiaratamente gay del Paese.

Varadkar si è dimesso il 21 febbraio scorso, a causa dell’insuccesso da parte dei tre principali partiti irlandesi di formare un nuovo governo: dalle elezioni infatti non è uscita alcuna maggioranza assoluta, e il partito del premier, Fibe Gael, partito di Varadkar, è arrivato terzo con 31 seggi, dietro Mary Lou McDonald di Sinn Fein e Micheál Martin di Fianni Fail.

In copertina EPA/Gareth Chaney| Il premier irlandese Leo Varadkar durante una conferenza stampa per il lancio dell’opuscolo informativo sul Covid-19 a Dublino, Irlanda, 25 marzo 2020.

Il parere degli esperti:

Leggi anche: