Coronavirus, l’Argentina “rivendica” i malati delle Falkland

Sono cinque casi: militari britannici che si trovano nella base di Mont Pleasant a 54 chilometri dalla capitale, Stanley

L’Argentina ha deciso di aggiungere alle statistiche nazionali sui contagi da Coronavirus anche quelli registrati nelle Isole Falkland e South Georgia. Come noto, le isole appartengono alla Gran Bretagna ma, come Malvinas e Georgias del sur, fanno parte di una storica rivendicazione territoriale di Buenos Aires.


«In sintonia con la nostra Costituzione e la legislazione vigente, l’Argentina deve includere nelle sue statistiche coloro che si trovano nelle Malvine, perché sono il nostro territorio nazionale», ha dichiarato il sottosegretario agli Esteri per le Malvine, l’Antartide e l’Atlantico sud del ministero degli Esteri argentino, Daniel Filmus.

Si tratta di cinque casi, che sono così stati conteggiati nei dati di quanti hanno contratto il Covid-19 nella provincia meridionale di Tierra del Fuego. Secondo il quotidiano La Nacion di Buenos Aires le cinque persone non sono abitanti dell’arcipelago: si tratta di militari britannici che si trovano nella base di Mont Pleasant a 54 chilometri dalla capitale, Stanley.

In copertina EPA/Javier Lizon | Una veduta di Goose Green, Falklands, 11 marzo 2013.

Il parere degli esperti:

Leggi anche: