Coronavirus, il Giappone taglia i fiori nei parchi per scoraggiare gli assembramenti

Le autorità di Saitama hanno deciso di recidere circa 3.000 cespugli di rose. Era già successo nel parco Furusato Hiroba, a Sakura, con 100.000 tulipani tagliati

I gestori e le autorità che vigilano sui parchi del Giappone, celebri per le coloratissime fioriture di primavera, non hanno avuto altra scelta: rimossi i germogli, recisi gli steli e tagliate le corolle già sbocciate. Nonostante molti dei popolari festival nipponici della stagione fossero stati cancellati, i parchi del Paese continuavano a richiamare molti visitatori locali.


Da qui la decisione di tagliare i fiori. L’ultimo parco interessato da questo intervento è stato quello di Yono, a Saitama. Nella città a Nord di Tokyo, verso metà maggio, i cespugli di rose avrebbero raggiunto il miglior periodo di fioritura. Così, dallo scorso lunedì, gli operatori hanno iniziato a tagliare circa 3mila cespugli, con l’intento di dissuadere gli spettatori che, a migliaia, visitano il parco durante il mese di maggio.

«È doloroso – ha raccontato un funzionario al quotidiano locale Mainichi -, ma abbiamo deciso di agire dopo aver esaminato la situazione in altre città». Dal parco fanno sapere che ci vorrà una settimana per rimuovere tutti i germogli. A Saitama è stata riproposta la stessa soluzione adottata a Sakura: nella città a est di Tokyo, una settimana fa, le autorità locali si sono viste costrette a ordinare la recisione di 100mila gambi di tulipani.

Nonostante il festival annuale fosse stato cancellato, i giapponesi hanno sfidato le linee guida sul distanziamento sociale e hanno invaso il parco di Sakura per ammirare i tulipani. «Nel fine settimana siamo stati invasi dai visitatori – ha detto a Reuters il funzionario locale del turismo, Sakiho Kusano -. Era diventato un raduno di massa e non abbiamo avuto altra scelta che tagliare i fiori». I 7mila metri quadri del parco Furusato Hiroba sono stati spogliati, ma i fiori non sono andati sprecati: gli operatori del parco hanno donato i tulipani alle scuole materne di Sakura.

Il parere degli esperti:

Leggi anche: