L’uomo responsabile dell’attacco nei pressi della ex sede di Charlie Hebdo è passato dall’Italia

Zaheer Hassan Mahmoud ha confessato di avere 25 anni e non 18 come dichiarato in un primo momento. Per la procura antiterrorismo francese era totalmente sconosciuto ai servizi segreti

Zaheer Hassan Mahmoud, autore dell’attacco terroristico davanti alla vecchia redazione di Charlie Hebdo in cui sono rimaste gravemente ferite quattro persone, è arrivato in Francia dal Pakistan nel 2018, al termine di un percorso che lo ha portato ad attraversare anche Turchia e Italia. Il dettaglio è stato rivelato dal procuratore antiterrorismo francese, Jean-François Ricard. Davanti agli investigatori l’uomo ha confessato di non chiamarsi Hassan Ali e ha ammesso di avere 25 anni, non 18 come dichiarato in un primo momento. In Francia era totalmente sconosciuto ai servizi segreti.


Mahmoud ha raccontato di aver visto dei video provenienti dal Pakistan che condannavano la ripubblicazione delle vignette satiriche sul profeta Maometto e di essersi voluto «ribellare» contro Charlie Hebdo, non sapendo però che la redazione ha traslocato in un posto segreto dopo la strage del 2015. La sua intenzione originaria era di incendiare i locali e nel suo telefonino la polizia ha ritrovato un filmato in cui annunciava il passaggio all’azione. Adesso dovrà rispondere di tentato omicidio a scopo terroristico.

Leggi anche: