Numeri sempre più pesanti in Veneto, altro giorno sopra i 2.100 contagi: sale la pressione sulle terapie intensive

Superata la soglia psicologica dei 50 mila casi dall’inizio della pandemia nella sola regione. I decessi sono saliti a 2.371

Continua a restare alta la curva dei contagi in Veneto, dove per il secondo giorno consecutivo il bollettino regionale rileva 2.109 contagi, dopo che ieri erano stati registrati 2.143 casi. In totale dall’inizio della pandemia, le infezioni nella regione sono state 51.244, superando con l’aggiornamento di oggi la soglia psicologica dei 50 mila casi. Cresce di 16 il dato dei decessi, arrivato ora a 2.371.


L’aumento della diffusione del Coronavirus in Veneto si riflette inevitabilmente anche sulle strutture ospedaliere, dove aumenta la pressione nei reparti Covid con 57 nuovi ricoveri, per un totale di 859, e nelle terapie intensive con 6 ricoveri che si aggiungono oggi ai 102 già conteggiati tra i casi più gravi. Gli attualmente positivi nella regione sono saliti di 2.026 per un totale di 23.626.

Leggi anche: