Coronavirus, ancora 208 morti e 29.907 contagiati, con 32mila tamponi in meno. Allerta in Lombardia e Campania – Il bollettino della Protezione civile

Le terapie intensive aumentano di 96 unità e i ricoveri si avvicinano alla soglia dei 20mila. Le regioni più colpite dalla pandemia, oggi, sono la Lombardia, con 8.607 casi, la Campania, 3.860, e la Toscana, 2.379

Il bollettino del 1° novembre

Lieve calo nel numero di nuovi casi positivi: il dato di oggi del bollettino della Protezione Civile e del ministero della Salute segnala 29.907 contagi. Le infezioni da Coronavirus individuate ieri, invece, erano state 31.758. Il numero totale di casi registrati in Italia arriva così a quota 709.335. La discesa di oggi, tuttavia, è condizionata dal numero di tamponi analizzati in 24 ore, 183.457, di meno rispetto ai 215.886 di ieri. I test eseguiti, complessivamente, raggiungono la cifra di 15.967.918. Nell’ultima giornata sono morte 208 persone, per un totale di 38.826 decessi nel Paese da quando è scoppiata la pandemia. Il giorno precedente le vittime erano state 297.


I guariti, invece, si avvicinano alla cifra di 300mila: sono 292.380 per la precisione. Oggi, le persone attualmente positive ammontano a 378.129. Nelle strutture ospedaliere italiane sono ricoverati 18.902 cittadini, a fronte dei 17.966 di ieri. Le unità di terapia intensiva occupate, invece, sono 1.939, più 96 rispetto al giorno precedente. Infine, si trovano in isolamento domiciliare 357.288 persone. Il primo giorno di novembre, le regioni che hanno registrato l’incremento più alto di nuovi contagi sono la Lombardia, con 8.607 casi, la Campania, 3.860, e la Toscana, 2.379.

I positivi al Covid-19 Regione per Regione

Ecco i dati sulle persone attualmente positive al Coronavirus regione per regione:

Leggi anche: