Biden sceglie lo “zar dell’Ebola” come capo staff. Trump furioso per l’annuncio del vaccino Pfizer: dopo il voto per sabotarlo

Il presidente eletto Joe Biden ha scelto un esperto nella gestione delle pandemie, nominando Ron Klain a capo del suo staff. Lo stesso che aveva gestito l’emergenza Ebola con Obama. E secondo un retroscena del Washington post, Trump ha chiesto di indagare sul perché sia stata comunicata l’efficacia del vaccino Pfizer solo dopo le elezioni

La prima scelta del presidente eletto degli Stati Uniti Joe Biden vale da solo come segnale sul cambio di passo che la Casa Bianca vorrà fare per la lotta all’emergenza Coronavirus. Biden ha nominato capo dello staff Ron Klain, che porta con sé l’appellativo di zar dell’Ebola dall’epoca dell’amministrazione di Barack Obama, quando era stato chiamato a guidare la risposta americana all’emergenza sanitaria. Klain stavolta dovrà vedersela con il Coronavirus, dopo aver sempre criticato la gestione controversa della pandemia da parte dell’amministrazione di Donald Trump.


Il lavoro di Klain e della presidenza Biden partirà con il favore degli annunci recenti da parte della Pfizer, che ha comunicato un’efficacia del 90% sul proprio vaccino ormai alle battute finali della sperimentazione. Annuncio che avrebbe scatenato la furia di Donald Trump, secondo un retroscena del Washington Post. Il presidente uscente si sarebbe scagliato contro la Food and drug administration che ha diffuso solo dopo le elezioni i dati sui risultati dei test del farmaco della Pfizer.

Una tempistica sospetta secondo Trump, che dimostrerebbe come il deep state dei medici ha voluto sabotare la sua corsa alla Casa Bianca. Secondo il quotidiano americano, poche ore dopo l’annuncio della Pfizer, Trump avrebbe chiesto al segretario del dipartimento della Salute, Alex Azar, di avviare un’indagine sulla dinamica di quelle comunicazioni.

Leggi anche: