Il creatore del vaccino Pfizer frena: «Normalità solo dal prossimo inverno». Per il team di Fauci due formule pronte a dicembre

«Ci aspettano ancora mesi complessi», dice Ugur Sahin, fondatore di BioNtech. Mentre la virologa Cassetti annuncia: «A dicembre arriva anche il vaccino di Moderna»

Mentre in Italia si discute sul piano che dovrà garantire la vaccinazione anti Covid in primis alla popolazione più a rischio, a livello internazionale tiene banco il dibattito sull’impatto che le prime dosi avranno sulla curva epidemica. Il professor Ugur Sahin, co-fondatore di BioNTech, l’azienda che con Pfizer sta sperimentando la formula, ha detto alla Bbc: «L’impatto del vaccino contro il Covid sarà significativo in estate e si tornerà alla vita normale il prossimo inverno». Frenando rispetto alle aspettative di molti, lo scienziato ritiene poco probabile che ci siano risultati evidenti già da questo inverno: «Il vaccino non sarà ancora in grado di avere grosso impatto sui numeri della pandemia» ha specificato.


La virologa Cassetti punta su Pfizer e Moderna

Intanto sul fronte vaccini arriva un’altra notizia importante. Cristina Cassetti, la virologa italiana membro del team di ricerca dello scienziato americano Anthony Fauci, ha detto: «Entro dicembre potranno essere pronte e autorizzate, almeno negli Usa, due formule contro SARS-Cov-2». Uno scenario che, con le dovute cautele, Cassetti descrive non solo come «auspicabile» ma anche come «probabile».

La virologa italiana, vicedirettrice della divisione Microbiology and Infectious Disease dell’Istituto per le malattie Infettive guidato da Fauci, ha poi commentato la percentuale di validità annunciata negli ultimi giorni dal colosso farmaceutico americano: «I dati forniti dalla Pfizer sul 90% di efficacia generale del loro vaccino sono eccellenti», ha detto all’Ansa, sottolineando come sia necessario ora analizzare i dettagli in maniera definitiva. «Siamo anche in attesa a giorni dei dati del trial di fase 3 della Moderna» ha continuato Cassetti, «si spera in risultati equivalenti».

Leggi anche: