«A Napoli Pessotto non avrebbe tentato il suicidio». La risposta di Ferlaino al commento di Cabrini su Maradona

di Redazione

Cabrini, ex terzino della Juventus, aveva commentato la morte di Maradona dicendo: «Se all’epoca fosse stato della Juventus e non del Napoli»

«Una leggenda vivente e un avversario gentiluomo, che come tanti altri fuoriclasse ha saputo dare nello stesso tempo il meglio e il peggio». Il pensiero su Diego Armando Maradona di Antonio Cabrini poteva anche fermarsi a queste parole. Ma il 27 novembre, ai microfoni di Irpinia Tv, l’ex Campione del Mondo e terzino della Juventus per 13 stagioni ha voluto continuare: «Maradona sarebbe ancora vivo se all’epoca fosse stato della Juventus e non del Napoli». Parole che hanno subito sollevato lo sdegno, sia della società che in cui Maradona ha giocato per anni che dei suoi tifosi.


Nelle ore successive all’intervista, Cabrini si era poi scusato: «Il mio non era un giudizio morale ma sull’energia di una città che non poteva contenere questa passione. Ho pensato che l’ambiente ovattato nel quale ho vissuto alla Juve l’avrebbe forse protetto. Chiedo scusa a chi si è sentito offeso». Un passo indietro che non è bastato a Corrado Ferlaino, presidente del Napoli negli anni di Maradona. Nella serata del 30 novembre Ferlaino ha risposto così a Cabrini durante un’intervista a Rainews24: «Che ne penso? Che il gesto del giocatore della Juventus che si è suicidato non sarebbe mai successo a Napoli. Perché Napoli è una città bella, piena di vita».


Non viene citato direttamente, ma il caso di cronaca a cui si riferisce l’ex presidente del Napoli è chiaro. Era 27 giugno del 2006. Mentre la Nazionale italiana di calcio stava giocando il Campionato del Mondo in Germania, il terzino della Juventus Gianluca Pessotto si affacciava a un abbaino della sede della sua squadra, nel quartiere Crocetta di Torino. Un salto, con in mando solo un rosario. E poi il buio. Nonostante le fratture Pessotto riuscì a sopravvivere, anche se non tornò più, da giocatore, sui campi da calcio. Ora lavora ancora per la Juventus come dirigente sportivo.

Foto di copertina: ANSA/Cesare Abbate | L’ex presidente del Napoli, Corrado Ferlaino

Leggi anche: