Regno Unito, il contagio non s’arresta: oltre 55 mila casi di Covid in 24 ore, mai così tanti. 964 i decessi

di Redazione

Parte dell’Inghilterra è in regime di sostanziale lockdown. Il 4 gennaio saranno somministrate le prime dosi del vaccino di AstraZeneca

Mai così tanti casi di Coronavirus nel Regno Unito in un giorno. Nelle ultime 24 ore, sono stati registrati 55.892 contagi, in crescita rispetto ai 50.023 di ieri. Il numero dei decessi tra i pazienti risultati positivi negli ultimi 28 giorni resta molto elevato, 964 in 24 ore, in lieve calo rispetto ai 981 di ieri. Non è escluso che l’impennata dei nuovi contagi registrata negli ultimi giorni sia legata alla variante Covid, di cui ha dato conto il premier Boris Johnson a inizio dicembre e che sarebbe caratterizzata, secondo i primi studi, da un tasso di trasmissibilità particolarmente elevato.


Hancock: «Ci aspettano settimane difficili»

Nel Regno Unito, a quasi un mese dal via alle vaccinazioni, il 4 gennaio inizieranno le somministrazioni delle dosi di AstraZeneca, ha annunciato ieri il ministro della Salute Matt Hancock. «Sono fiducioso che possiamo esserne fuori per la primavera», ha detto Hancock, spiegando che il Paese avrà a disposizione «abbastanza vaccino per l’intera popolazione», esclusi i bambini. Il ministro ha poi ricordato che il servizio sanitario nazionale sta cercando di sostenere un’enorme pressione per l’elevato numero dei contagi da Covid e il vaccino «non toglie che le settimane invernali che ci aspettano saranno davvero difficili». Parte dell’Inghilterra – Londra e il Sud-Est del Paese – è già soggetta al livello massimo di restrizioni, in un regime di sostanziale lockdown.

Leggi anche:

Redazione