Lombardia, scatta la zona arancione rafforzata dal 3 marzo per Cremona, Como e 50 Comuni

Le misure dureranno una settimana, fino al 10 marzo compreso. Confermata la stretta per i Comuni nella provincia di Brescia

Mentre la Lombardia è tornata oggi in fascia arancione, decine di Comuni e due Province nella Regione si avviano verso la zona arancione rafforzata, novità introdotta con l’ultima ordinanza anti-Coronavirus del ministero della Salute. Con tre nuove ordinanze firmate in serata il presidente della Regione, Attilio Fontana, ha deciso di applicare norme anti-Covid più severe per l’intera provincia di Como, ma anche diversi Comuni della provincia di Mantova, della provincia di Cremona (incluso il capoluogo), di quella di Pavia e della Città Metropolitana di Milano, tra cui Melzo e Binasco. Le misure entreranno in vigore a partire dal 3 marzo e dureranno una settimana, fino al 10 marzo compreso.


Cosa prevede la zona arancione rafforzata

Come aveva spiegato in precedenza la vicepresidente di Regione, Letizia Moratti, in zona arancione rafforzata oltre alle normali misure di contenimento del virus è prevista anche «la chiusura delle scuole d’infanzia, elementari e medie [dove torna la didattica a distanza ndr], il divieto di recarsi nelle seconde case, l’utilizzo dello smart working dove possibile e la chiusura della attività in presenza». Sono esclusi dalle chiusure gli asili nido.

Comuni e Province che cambiano colore

  • Como e provincia
  • Provincia di Mantova (18 Comuni): Viadana, Pomponesco, Gazzuolo, Commessaggio, Dosolo, Suzzara, Gonzaga, Pegognaga, Moglia, Quistello, San Giacomo delle Segnate, San Benedetto Po, Asola, Castelgoffredo, Casaloldo, Medole, Casalmoro, Castiglione delle Stiviere.
  • Provincia di Cremona (8): oltre al capoluogo anche Spinadesco, Castelverde, Pozzaglio ed Uniti, Corte dei Frati, Corte de’ Cortesi con Cignone, Spineda, Bordolano e Olmeneta.
  • Provincia di Pavia (12): Casorate Primo, Trovo, Trivolzio, Rognano, Giussago, Zeccone, Siziano, Battuda, Bereguardo, Borgarello, Zerbolò, Vidigulfo.
  • Provincia di Milano (10): Motta Visconti, Besate, Binasco, Truccazzano, Melzo, Liscate, Pozzuolo Martesana, Vignate, Rodano, Casarile

Confermata la zona arancione rafforzata per i Comuni nella provincia di Brescia

Dal 4 marzo a giovedì 11 marzo invece passeranno dalla fascia rossa ad arancione rafforzata Mede (Pavia), Viggiù (Varese) e Bollate (Milano). Infine, sono state prorogate per un’altra settimana le misure già adottate per tutti i Comuni della provincia di Brescia, come stabilito il 23 febbraio.

Da sapere:

Leggi anche: