Verso il rinvio delle elezioni a dopo l’estate, troppo alto il rischio contagio: slitta il voto a Roma, Milano, Torino, Napoli e Calabria

Manca solo l’ufficialità per il rinvio del voto in circa 1.200 Comuni e in Calabria per le Regionali. Chiuso il dossier del Viminale, la decisione potrebbe arrivare con il prossimo Consiglio dei ministri

Sempre più concreta l’ipotesi di rinviare le prossime elezioni Regionali e Comunali in autunno. Secondo fonti del governo, la decisione potrebbe essere presa a breve con un decreto che per il momento deve ancora arrivare a palazzo Chigi. A rischio rinvio c’è il rinnovo del Consiglio regionale della Calabria, fissato all’11 aprile, le elezioni suppletive a Siena dopo le dimissioni alla Camera di Pier Carlo Padoan, e le Amministrative in circa 1.200 Comuni, tra cui Milano, Torino, Roma e Napoli. Alla luce dei dati sempre più allarmanti sull’andamento della pandemia di Coronavirus, lo svolgimento dell’intera campagna elettorale rischia di rappresentare un rischio troppo elevato perché si riesca a svolgere regolarmente comizi e operazioni di voto. Il rinvio quindi attende solo il via libera ufficiale dal governo, sulla base del dossier del Viminale ormai terminato.


Leggi anche: