Sardegna e Molise in arancione, la Campania resta rossa: ecco i colori delle Regioni da lunedì 22 marzo

Molti governatori guardano già al report del prossimo 26 marzo, quando potrebbe aprirsi uno spiraglio per Lombardia, Lazio e Veneto di vedere allentate le restrizioni

Con l’ultima ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza, la Sardegna e il Molise passeranno in zona arancione da lunedì 22 marzo. Mentre il Molise esce dalla zona rossa in vigore dal 1° marzo, la Sardegna era al momento l’unica Regione italiana ad essere in zona bianca. La Calabria, che rischiava di passare in rosso, resta arancione. Mentre in Puglia il governatore Michele Emiliano lascia intravedere una sorta di zona rossa rafforzata: «Stiamo ragionando sull’ipotesi di stringere ulteriormente le misure. Dobbiamo spingere tutte le aziende a lasciare a casa il numero più alto possibile di persone, per evitare che si contagino sul luogo di lavoro».


Le Regioni entrate in zona rossa il 15 marzo

Quanto alla Campania, registra qualche segnale di miglioramento nell’indice Rt, ma con un’incidenza di positivi ogni 100 mila abitanti a quota 274, ben oltre la soglia critica di 250 e non sufficiente a permettere un allentamento delle restrizioni. Il 15 marzo nove Regioni sono entrate in zona rossa e dovranno restarci almeno per un’altra settimana, a meno di strette ulteriori decise dai governatori: Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Veneto e la Provincia autonoma di Trento. Alcuni dei governatori di queste Regioni ora guardano al report che sarà pubblicato il prossimo 26 marzo. Per quella data, infatti, potrebbe aprirsi uno spiraglio – per esempio per Lombardia, Lazio e Veneto – di andare in arancione, con conseguente allentamento delle restrizioni nella prima metà della settimana di Pasqua, fino al 2 aprile.

Nessuna zona in giallo

Nessuna Regione invece diventerà gialla, perché il governo Draghi ha sospeso per decreto questa fascia fino al 6 aprile. Nelle Regioni gialle si applicano le restrizioni della zona arancione (divieto di spostamento dal comune di residenza, bar e ristoranti chiusi tranne che per l’asporto). E le restrizioni della zona rossa (negozi, bar, ristoranti e scuole chiuse) scattano automaticamente sia con un indice Rt superiore a 1.25, sia con un’incidenza settimanale di casi positivi superiore a 250 ogni 100 mila abitanti.

Foto di copertina: ANSA/STEFANO AMBU | Bar affollati dopo le 18 a Cagliari nel primo giorno della Sardegna in zona bianca, 1 marzo 2021.

Da sapere:

Leggi anche: