Cappello giallo e maglietta «Fuck fascism». Chi è Magid Magid, il nuovo eurodeputato dei Verdi

Magid Magid, il sindaco più giovane nella storia della cittadina di Sheffield, è stato eletto a Strasburgo tra le fila dei verdi

Il 1° luglio, all’inaugurazione dell’Europarlamento a Strasburgo, un uomo si aggirava nell’edificio: indossava un cappellino da baseball giallo, messo al contrario, e una maglietta con la scritta «Fuck fascism».

Qualcuno gli si è prontamente avvicinato e dopo avergli chiesto se per caso si fosse perso, gli ha intimato di andarsene subito. Al che l’uomo ha spiegato: «Ma io sono un eurodeputato, sono qui per la mia prima seduta!».

Lui, Magid Magid, è stato eletto nelle liste dei Verdi britannici. Dieci anni dopo che lo Yorkshire e l’Humber hanno inviato un membro del BNP, partito di estrema destra britannico, al Parlamento ora «abbiamo eletto un nero, musulmano e rifugiato tra le linee del partito dei Verdi. Vorra dire qualcosa?».

Si presenta così Magid Magid in una lunga lettera al The Guardian. Dove ammette che il risultato delle Elezioni europee abbia un sapore “agrodolce”. «I risultati mostrano la xenofobia e l’odio non siano un problema unicamente britannico».

Dall’altra parte Magid ricorda il grande successo avuto dagli ambientalisti in Europa: «Attraverso uno spirito di resistenza, siamo in grado di vedere chiaramente il percorso che ci condurrà a una Gran Bretagna più giusta, più gentile e più tollerante e più ambientalista».

«L’Ue è un mezzo attraverso cui questo movimento può portare ad un vero cambiamento», dice Magid, convinto che il successo dei verdi non sia solo passeggero.

Ma il vero messaggio è per i sovranisti europei. «A Salvini, Orban, Le Pen e Farage – dichiara Magid – siete i nemici dell’Europa. Forse ora siete celebrati e non vedete l’ora di brindare con champagne a Bruxelles, ma vi prometto che se starà in Europa per cinque settimane, cinque mesi o cinque anni, fallirete nei vostri tentativi di dividerci. Perderete».

Già, con l’approcciarsi della data per la Brexit, fissata a Ottobre, Magid potrebbe presto dover lasciare Strasburgo. Ma fino ad allora il suo messaggio è chiaro: «Assieme, possiamo cambiare il corso della storia».

Magid è arrivato in Europa a soli cinque anni. Nel 2016 è entrato nelle file del partito dei Verdi come consigliere comunale, per poi diventare nel 2018, il più giovane sindaco della cittadina inglese di Sheffield.

Leggi anche: