Ayomide Folorunso, l’atleta 22enne stravince alle Universiadi e dedica la vittoria a Daisy

L’azzurra ha vinto la gara 400 a ostacolo con il secondo tempo italiano di sempre

A ventidue anni Ayomide Folorunso conferma di aver un talento fuori dal comune con un vittoria nei 400 ostacoli femminili. Nello stadio San Paolo di Napoli le sono serviti soltanto 54″75 per tagliare il traguardo, in testa davanti alla sudafricana Zeney Van der Walt (55″73) e la norvegese Amalie Iuel (56″13).

Rimane inalterato per 21 centesimi il primato italiano di 54″54, ancora in mano all’azzurra Yadisleidy Pedroso. Ma si tratta di un nuovo record personale per la giovane studentessa di Medicina, che ha tolto 41 centesimi al suo tempo dello scorso anno e, al termine della gara, ha giurato di non ricordarsi esattamente quale fosse il record nazionale.

«Sono soltanto concentrata sul percorso da fare per acquisire automatismi. – ha dichiarato la campionessa -. Domattina torno a casa, mi riposo un giorno e riprendo il lavoro. Non ho finalizzato l’Universiade ma l’ho vissuta come un momento di verifica, e questi tre turni sono stati allenanti».

ANSA / Ayomide Folorunso (ITA) medaglia d’oro nei 400 ostacoli femminili

Una vittoria dedicata ai genitori che l’hanno seguita in televisione, al professore Pratizzoli, e all’amica Daisy Osakue, anche lei medaglia d’oro alle Universiadi: «Quando l’ho vista vincere la medaglia d’oro ho capito che era un momento magico. Siamo grandi amiche e la sua vittoria mi ha ispirato a dare il massimo».

Folorunso, nata in Nigeria, cresciuta a Fidenza in Emilia Romagna e cittadina Italiana dal 2013, ha regalato così all’Italia – attualmente sesta nel medagliere e prima tra le nazioni europee – l’undicesima medaglia d’oro alle Universiadi.

Leggi anche: