Emma Marrone esulta, la battaglia è finita: «È stata dura… ma è andata! Piango di gioia»

La cantante leccese si era operata già due volte per un cancro all’utero, nel 2009, prima di entrare nella scuola di Amici, e nel 2014

Non dava notizie di sé da otto lunghi giorni: un’eternità per i suoi fan e per la stessa cantante che, fino al 20 settembre, pubblicava almeno un post al giorno sui suoi account social. «Ho finalmente tolto questo braccialetto ma lo conserverò per sempre, è stata dura… ma è andata!», scrive Emma Marrone nella didascalia della foto caricata su Instagram.

Qualche segnale positivo l’aveva lasciato commentando un post del collega Tiziano Ferro: «Preparami un pass per tutte le date, grazie», aveva scritto il 23 settembre sotto una foto del cantante. Poi, di nuovo, il silenzio. Fino a oggi, 28 settembre: «Ho bisogno del tempo necessario per recuperare le forze ma credetemi non vedo l’ora di tornare da tutti voi, e lo farò al più presto».

L’artista leccese, otto giorni fa, gelò i suoi fan scrivendo: «Succede e basta. Questo non era proprio il momento giusto, ma in certi casi nessun momento lo sarebbe stato», annunciando uno stop ai concerti per motivi di salute. Adesso ringrazia tutti mandando «un bacio a tutte le persone che hanno avuto un pensiero per me e ringrazio per tutto l’amore che ho ricevuto e che mi ha dato la spinta a combattere con più forza e coraggio del solito».

La leonessa lotta contro un cancro all’utero e alle ovaie dal lontano 2009, quando lavorava ancora come cassiera in un supermercato di Lecce. Marrone è stata operata due volte, la prima nel 2009, poco prima della partecipazione ad Amici, talent che ha vinto quello stesso anno. La seconda volta, invece, nel 2014.

E oggi, uscita dall’ospedale, lancia un messaggio di speranza: «Mando un bacio molto più grande a tutte quelle persone che ancora non possono smettere di combattere: tenete duro, io sono con voi! La serenità sta pian piano rendendo il posto della paura… Piango di gioia finalmente! Vi voglio un mondo di bene».

Leggi anche: