Migranti, sbarcano in 101 a Pozzallo. Il sindaco: «Così i trafficanti aggirano i “porti chiusi” per il Coronavirus»

«Nei prossimi giorni ne potrebbero arrivare ancora altri, per questo servirebbe una nave ad hoc che possa garantire ai migranti la quarantena una volta arrivati in Italia» ci spiega il sindaco di Pozzallo (Ragusa)

«I trafficanti di esseri umani sono animali, dei criminali senza scrupoli che, per aggirare il decreto interministeriale che chiude i porti italiani per la pandemia del Coronavirus, hanno pensato bene di cambiare strategia di trasporto dei migranti. Sapete cosa fanno adesso? Prima li fanno salire su una nave “madre”, poi li trasferiscono su un gommone e li lasciano a 3 miglia dalle nostre coste così le autorità italiane sono costrette a intervenire per salvarli. Oggi, ad esempio, è successo questo». A parlare a Open è Roberto Ammatuna, sindaco di Pozzallo, comune di 19mila abitanti nel Ragusano, in cui da poco si è concluso l’ultimo sbarco di 101 migranti, tutti uomini (e qualche minore).


Ansa | I migranti si trovavano a bordo di un gommone

«Così non ce la facciamo»

Per i 101 migranti nessuna ospitalità nell’hotspot di Pozzallo: «In passato siamo stati accusati di eccessività umanità ma adesso basta. Così non ce la facciamo. Non possono andare nella nostra struttura perché lì si trovano ancora le 50 persone arrivate cinque giorni fa, con uno di loro, un 15enne, che è risultato positivo al Covid-19. Un ragazzo che, approdato a Lampedusa, prima è stato trasferito a Porto Empedocle, poi a Pozzallo. Ci siamo arrabbiati perché è strano che nessuno, prima dell’arrivo nel mio comune, si sia accorto che il minore avesse la febbre e la congiuntivite. Gli è venuta forse durante il tragitto per venire da noi?» si chiede. E per questo motivo la Procura di Ragusa ha già aperto un’inchiesta. Le ipotesi di reato sono quelle di epidemia colposa e omissione d’atti d’ufficio.

«Nave per la quarantena dei migranti»

Ansa | Migranti a Pozzallo

«Come faccio a dire ai miei concittadini di stare a casa se poi succedono episodi simili? Il migrante egiziano di 15 anni, positivo al virus, ha destato grande allarme nella popolazione, mi creda» aggiunge. Tra le soluzioni proposte dal primo cittadino di Pozzallo, così come da altri 32 sindaci dell’Agrigentino che hanno scritto una lettera al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, c’è anche quella di una «nave ad hoc che possa garantire la quarantena ai migranti arrivati in Italia» prima che vengano trasferiti altrove.

E bisogna fare in fretta: «Le condizioni atmosferiche sono ottime, sembra estate e il mare è calmo. Se continua così, nei prossimi giorni ne arriveranno tanti altri» conclude. Nella polemica, infine, si inserisce anche il leader della Lega, Matteo Salvini, che tuona: «Italiani chiusi in casa, clandestini liberi di sbarcare. Sono arrivati anche oggi in 100 a Pozzallo, dove è già in quarantena un immigrato sbarcato in Sicilia col virus. Verranno trasferiti in un altro centro della provincia, mentre i trafficanti di esseri umani si fregano le mani per il business che prosegue indisturbato. Assurdo».

Italiani chiusi in casa, clandestini liberi di sbarcare.Sono arrivati anche oggi in 100 a Pozzallo, dove è già in…

Gepostet von Matteo Salvini am Sonntag, 12. April 2020

Foto di Ansa

Il parere degli esperti:

Leggi anche: