“Bella ciao” risuona in tutta Italia: la Liberazione si festeggia con le finestre aperte – I video

L’epidemia ha impedito le solite celebrazioni del 25 aprile e gli italiani hanno scelto di festeggiare affacciandosi ai davanzali e intonando il canto partigiano

È una provocazione, ma forse serviva il Coronavirus a rendere più unito il nostro Paese: una festa della Liberazione così partecipata non si vedeva da anni. Da Nord a Sud, alle ore 15.00 del 25 aprile, sui davanzali delle finestre è andata in scena un’esecuzione nazionale di Bella ciao. Un coro unico che, nonostante i ritardi e i tentativi meno riusciti, ha riecheggiato in ogni città del Paese.


Il suono del canto partigiano, oggi ancora più prepotente perché cantato da quasi tutti gli italiani costretti in casa, ha silenziato le polemiche politiche sull’opportunità di festeggiare la Liberazione.

Angela Gennaro/OPEN | Bella Ciao alla Garbatella, Roma

È paradossale: gli scorsi anni, benché il 25 aprile fosse una data rossa sul calendario e interrompeva la routine lavorativa, in molti non facevano caso al senso di questa giornata. Nel 2020, dopo due mesi di lockdown in cui tutti giorni sull’agenda appaiono un po’ “rossi” perché costretti a casa, la Liberazione è tornata a essere una festa particolarmente sentita.

Sabato 25 aprile 2020, giorno della Liberazione. Rimini, piazza Tre Martiri. 'Bella Ciao'

#RiminiSabato 25 aprile 2020, giorno della Liberazione. Rimini, piazza Tre Martiri. 'Bella Ciao' eseguita da Federico Mecozzi al violino, Stefano Jiménez Zambardino alla fisarmonica, Massimo Marches alla chitarra#25aprile #liberazione

Gepostet von Comune di Rimini am Samstag, 25. April 2020
https://www.instagram.com/p/B_Z8AqKINZz/
https://www.instagram.com/p/B_Z-WQQHqfA/
https://www.instagram.com/p/B_Z7Z_nl0NK/
https://www.instagram.com/p/B_Z-VJYKZ1l/
https://www.instagram.com/p/B_Z6a9Io4bE/

Video in copertina Angela Gennaro/OPEN | Bella Ciao alla Garbatella, Roma

Sullo stesso tema: