Coronavirus, altri 2.053 morti negli Usa, oggi 28 Stati verso la riapertura. Il Giappone prolunga lo stato di emergenza. Per Afp i morti in Europa sono oltre 140mila

Donald Trump è tornato ad accusare la Cina e ha ipotizzato che il virus sia stato prodotto in un laboratorio di Wuhan: «Lì deve essere successo qualcosa di terribile. Può essere stato un errore, qualcosa che si è sviluppato inavvertitamente, oppure qualcuno lo ha fatto di proposito»

Nel mondo le persone contagiate da Coronavirus sono salite a oltre 3,2 milioni, i morti sono più di 233mila. Il Paese più colpito sono gli Stati Uniti dove i casi hanno superato il milione. Secondo l’agenzia di stampa France Presse (Afp), in tutta Europa il Coronavirus avrebbe provocato oltre 138mila vittime. Tre quarti delle vittime nel continente europeo sono state registrate in Italia, Regno Unito, Spagna e Francia. Con questi numeri, l’Europa è il continente più colpito dalla pandemia. Per l’Afp i tre Stati con il numero di decessi più alti sono Italia, oltre 28mila, Regno Unito con più di 27mila e Spagna con quasi 25mila.

Corea del Nord

Epa/Kca | Il leader della Corea del Nord Kim Jong-un

Dicevano fosse stato contagiato dal Coronavirus e costretto a letto. Dicevano che fosse morto dopo un rischioso intervento chirurgico al cuore. Invece Kim Jong-un sarebbe vivo, tanto da tornare a farsi vedere fuori dalle sue proprietà. L’agenzia sudcoreana Yonhap ha riferito infatti che dopo 20 giorni il dittatore della Corea del Nord è riapparso a un evento pubblico.

Russia

Epa/Yuri Kochetkov | Una donna indossa una mascherina a Mosca

Un altro ministro del governo russo è stato contagiato dal Coronavirus. Secondo il network d’informazione Rt si tratterebbe del ministro delle Infrastrutture e dell’Edilizia abitativa Vladimir Yakushev. Il suo è il secondo caso nel governo russo. Nelle scorse ore il Primo ministro Mikhail Mishustin aveva riferito di essere risultato positivo al Covid-19. Vladimir Yakushev ha dichiarato «Sarò ricoverato in una delle cliniche della città (di Mosca, ndr) mi affiderò alle cure dei medici».

Giappone

Epa/Franck Robichon | Tokyo, Giappone

Il Giappone ha deciso di prolungare di un mese lo stato di emergenza, nonostante il numero di infezioni di Coronavirus nel Paese sia in una fase discendente. «Le persone dovranno cambiare le proprie abitudini fino a quando non rientrerà l’eccessivo livello di sollecitazione a cui sono sottoposti attualmente gli ospedali»: così ha dichiarato il portavoce delle commissione Shigeru Omiletici, al termine di una conferenza stampa.

Lo stato di emergenza nel Paese non comporta un lockdown sul modello europeo, ma i cittadini sono invitati ad evitare le uscite non essenziali, i negozi e le attività commerciali devono ridurre gli orari di apertura al pubblico e le aziende devono promuovere il lavoro da casa. Secondo gli ultimi dati, nel paese sarebbero circa 455 i decessi e 14.305 i casi positivi al Coronavirus.

Usa

Ansa | Donald Trump

Il bilancio dei morti provocati dal Coronavirus negli Stati Uniti ha superato quota 60.000 secondo i dati della Johns Hopkins University. Il virus ha ucciso finora 63.019 persone negli Usa a fronte di un totale di 1.070.032 casi. Le persone guarite sono 153.947. Gli Stati Uniti ieri avevano registrato 2.053 decessi in 24 ore, superando per il terzo giorno di fila la soglia di 2.000 morti al giorno.

Stop alle misure restrittive

Ieri, 30 aprile, Donald Trump ha deciso però di non rinnovare le misure restrittive: oggi almeno 28 Stati Usa allenteranno le misure, secondo quanto riporta la Cnn. Tra i primi Stati a ripartire la Florida e il West Virginia. Secondo l’emittente americana, molti Stati avanzano verso la riapertura anche se non rispettano i requisiti fissati dall’amministrazione, a partire dalla riduzione dei casi negli ultimi 15 giorni.

Secondo Trump il virus è stato creato in Cina

Donald Trump è tornato ad accusare la Cina e ha ipotizzato che il virus sia stato prodotto in un laboratorio di Wuhan. «Lì deve essere successo qualcosa di terribile. Può essere stato un errore, qualcosa che si è sviluppato inavvertitamente, oppure qualcuno lo ha fatto di proposito», ha detto Trump. Intanto le compagnie aeree Usa hanno fatto sapere che imporranno l’obbligo di indossare le mascherine a bordo. A prendere la decisione la Delta Air Lines, l’American Airlines e la United Airlines.

La Casa bianca autorizza il Remdesivir

L’annuncio arriva direttamente dal presidente Donald Trump: il governo degli Stati Uniti ha autorizzato l’uso del Remdesivir per trattare i pazienti con diagnosi di Covid-19. Il Remdesivir è un farmaco antivirale creato per contrastare Ebola. Gli studi fatti sull’efficacia di questo farmaco sul Coronavirus sono stati parecchi: alcuni con risultati disastrosi, altri con esiti più positivi.

Spagna

Ansa | Spagna

Per il secondo giorno consecutivo la Spagna ha registrato meno di 300 morti. Lo riporta El Pais, citando dati del governo. Sono 281 le persone morte nel Paese nelle ultime 24 ore, ieri erano state 268. Il totale delle vittime sale a 24.824, a fronte di 215.216 casi. Finora i guariti sono quasi 115.000.

Austria

Ansa | Le proteste degli austriaci contro le misure del governo

L’Austria ha prolungato fino al 22 maggio lo stop ai voli e ai treni per l’Italia. Interrotti anche i collegamenti ferroviari con la Svizzera e il Liechtenstein, e quelli aerei con Cina, Iran, Svizzera, Francia, Spagna, Regno Unito, Paesi Bassi, Russia e Ucraina. Riprendono invece gli aerei per la Corea del Sud. Da oggi in Austria vengono allentate alcune misure restrittive come le limitazioni degli spostamenti, resta l’obbligo della mascherina e della distanza sociale. Da lunedì saranno consentite le visite nelle case di riposo. Mentre dal 15 maggio potranno essere celebrate le messe.

Tunisia

Ansa | Tunsia

In Tunisia sono stati registrati 14 nuovi casi contagi, il totale dei casi sale a 994. Sono 41 i morti e 305 i guariti. A partire dal 4 maggio la Tunisia allenterà le misure di lockdown.

Il parere degli esperti:

Leggi anche: