Coronavirus, la decisione dell’Oms: «Covid-19 è una pandemia»

«Descrivere la situazione come una pandemia non cambia la valutazione dell’OMS sulla minaccia rappresentata da questo coronavirus», ha dichiarato il direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus

L’Organizzazione mondiale della Sanità ha dichiarato che il Coronavirus può ufficialmente essere definito una pandemia. «Descrivere la situazione come una pandemia non cambia la valutazione dell’OMS sulla minaccia rappresentata da questo coronavirus», ha affermato il direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus. «Non cambia ciò che l’OMS sta facendo e non cambia ciò che i Paesi sono chiamati a fare».

Stando all’Oms, al momento ci sono più di 118.000 casi in 114 diversi Paesi, e i morti sono in tutto 4.291.«Pandemia non è una parola da usare con leggerezza o noncuranza – ha aggiunto Ghebreyesus – È una parola che, se usata in modo improprio, può causare paura irragionevole o accettazione ingiustificata della fine della battaglia contro la malattia, causando sofferenze inutili e morte».

La crisi provocata dal diffondersi del Covid19 sta colpendo tutti i settori di tutto il mondo: «È una questione che ormai riguarda tutti – ha aggiunto Ghebreyesus – e ogni Paese può contribuire a cambiare il corso di questa pandemia, in primis raccontando le cose come stanno La sfida non è se i Paesi potranno fare la differenza, ma se decideranno di farla».

Il parere degli esperti:

Leggi anche: