Scuola, la proposta della ministra Bonetti: congedi retribuiti e lavoro agile per i genitori di bambini malati o in quarantena

«Bisogna agevolare il ritorno a scuola nel modo più stabile e sicuro possibile», ha detto la ministra

Per i genitori di bimbi malati o in quarantena per Covid-19, congedi retribuiti e diritto allo smart working. Questa è la proposta della ministra per le Pari opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, in vista della ripartenza di settembre. «Garantire informazioni chiare e procedure adeguate», ha detto la ministra, riferendosi soprattutto al ritorno dei bambini a scuola, una questione di sicurezza per le intere famiglie.

«La priorità è riportare i bambini a scuola restituendo loro il diritto primario ad un luogo ed una comunità educante», ha continuato Bonetti, parlando di un necessario passo in più, «agevolare il ritorno nel modo più stabile e sicuro possibile».

Riguardo ai casi di contagio sospetti nei bambini, la ministra ha chiesto «percorsi dedicati, veloci e facilmente attivabili» per avere la certezza di tamponi per i più piccoli. Bonetti ne fa una questione di salute ma anche di «percorso educativo». Mettere l’educazione al centro del Paese, ha detto la ministra, vuol dire anche dare esempio di «concretezza nelle scelte».

Leggi anche: