Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Inter, sempre più vicino il ritorno di Lukaku: serve l’ok della proprietà

Il Chelsea ha dettato le condizioni per il prestito oneroso dell’attaccante belga, sempre più vicino ad un ritorno all’Inter

Si avvicina sempre di più il ritorno di Romelu Lukaku all’Inter. Dopo l’apertura dei giorni scorsi del Chelsea al prestito dell’attaccante belga, nella giornata di domenica è arrivata la risposta del club londinese alla prima offerta dei nerazzurri – fissata a 5 milioni più bonus. Le condizioni poste dal Chelsea per il prestito di Lukaku sono sulla base di un prestito oneroso di 10 milioni più bonus legati ai risultati sportivi. Una richiesta ragionevole, superiore alla prima offerta, ma in linea con le possibilità attuali del club di Zhang. Un’ulteriore apertura, questa volta economica che conferma le sensazioni positive degli ultimi giorni per un ritorno del belga a Milano.


Serve l’ok della proprietà

ANSA / MATTEO BAZZI | L’ad Giuseppe Marotta, il presidente Steven Zhang e l’ad corporate Alessandro Antonello ai Best FIFA Football Awards 2019, Milano, Italia, 23 settembre 2019

L’ultimo passo prima di definire l’operazione ritorno è il sì del presidente Steven Zhang all’investimento economico per un prestito. Dopo il lungo e laborioso lavoro della dirigenza dell’Inter, insieme al calciatore e al suo avvocato, che hanno creato le basi per la trattativa, ora manca l’ultimo passo. Se ci dovesse essere l’ok della proprietà allora davvero potrebbe essere questione di ore la fumata bianca e il ritorno di Lukaku all’Inter. Una scelta fortemente voluta dal giocatore che è pronto a ridursi considerevolmente lo stipendio, portandolo a circa 12 milioni lordi. Il tempo scorre e l’Inter vorrebbe definire il tutto entro il 30 giugno per non perdere i vantaggi fiscali del Decreto Crescita sull’ingaggio dell’attaccante belga. Sono i giorni decisivi per il ritorno di Lukaku all’Inter.


Perchè il Chelsea se ne libera?

In attesa di quello che sembra sempre più un ritorno all’Inter, la domanda sul perchè il Chelsea si liberi così facilmente di Lukaku è lecita, soprattutto dopo l’esborso di 115 milioni della scorsa estate. Il rapporto con Tuchel non è mai nato e l’ultima annata vissuta dal belga – tra panchine e dichiarazioni scomode – ha agevolato la cessione. Per questo la proprietà londinese sta cercando di minimizzare la perdita annuale sul costo del giocatore – tra ammortamento e stipendio risparmiato – avvicinandosi più possibile ai 20 milioni che aveva chiesto in prima battuta all’Inter. Per adesso sarà prestito oneroso per un anno, poi la prossima estate si vedrà.

Leggi anche: