Lo strano caso di Silvia Toffanin a Sanremo, anzi no, e di una dichiarazione lanciata e poi cancellata

Tutto gira intorno a un comunicato Mediaset in cui la conduttrice di Verissimo declina il ruolo, che la Rai smentisce di averle offerto

È giallo sul ruolo che la conduttrice di Verissimo Silvia Toffanin sembrava potesse avere nel prossimo Festival di Sanremo. Tutto è iniziato con le voci che parlavano di una possibile presenza dell’ex letterina a fianco di Amadeus alla conduzione di una delle cinque serate della kermesse musicale. A smentirle è arrivata un agenzia Ansa che riprendeva un comunicato Mediaset, che trasmette Verissimo su Canale 5. «In merito alle indiscrezioni su una possibile partecipazione di Silvia Toffanin al Festival di Sanremo» si leggeva nel comunicato – ritwittato e poi cancellato dall’account ufficiale QuiMediaset – «fonti Mediaset precisano che la conduttrice di Verissimo non sarà presente alla manifestazione». La dichiarazione proseguiva: «È vero che la proposta è stata fatta ed è vero che Mediaset in questi casi non ha problemi a concedere liberatorie ai propri artisti». Tuttavia, «Silvia Toffanin ha declinato l’offerta in quanto impegnata con il suo programma e non interessata a quel genere di prestazioni artistiche» si concludeva il comunicato. Il tweet non esiste più, ma gli screenshot del post continuano a circolare sul web e ad alimentare il mistero. Uno di questi è stato ripubblicato dall’account @cinguetterai, che prima ha smentito di aver contattato Toffanin per condurre questa edizione del Festival, e poi ha risposto aggiungendo, assieme allo screenshot, una gif di Amadeus che pronuncia la parola clown, scritta in sovraimpressione, durante uno dei programmi da lui condotti. Secondo quanto riporta TvBlog, il ruolo era stato offerto a Toffanin nel 2020, senza che poi la si vedesse effettivamente all’Ariston. Al momento, quindi, a calcare il palco del teatro assieme al direttore artistico saranno Chiara Ferragni e Francesca Fagnani, che su Rai2 conduce il programma Belve. Per gli altri nomi, si dovrà attendere ancora un po’.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: