«Picchiato perché gay». L’incubo di un 22enne accende l’allarme in Inghilterra: i precedenti

Un attacco «omofobo» a cui Ryan risponde con un consiglio: «Sii forte e ama te stesso: quello che è successo non mi fermerà dall’essere favoloso! Essere gay è ok!»

Pestato violentemente al viso e insultato dal branco «per il solo fatto di essere gay». È successo a un ragazzo di 22 anni, Ryan Williams, sabato 13 luglio. A riportare la notizia è GayNews.

Ryan, receptionist di un hotel a Preston, cittadina del Lancashire, i Inghilterra, sarebbe stato aggredito davanti al McDonald in Friargate, in centro, e poi portato al Royal Preston Hospital. Sull’episodio sta ora indagano la polizia locale.

La denuncia su Facebook

«Non avrei mai pensato in vita mia che sarei stato picchiato per essere gay! Ma che cazzo è diventato questo mondo: sei completamente vile e disgustoso!», scrive lui su Facebook per denunciare la vicenda, postando la foto del suo volto tumefatto.

I never thought in my life that I would get beaten up for being GAY! Wtf has this world actually come too, you’re all…

Posted by Ryan Williams on Saturday, July 13, 2019

«Voglio che la gente capisca che essere gay non è una scelta, che non posso farne a meno. Mi dispiace che tu non riesca ad accettare la realtà. Ma non c’è bisogno di picchiare qualcuno per questo». Un attacco «omofobo» a cui Ryan risponde con un consiglio: «Sii forte e ama te stesso: quello che è successo non mi fermerà dall’essere favoloso! Essere gay è ok!».

I precedenti

L’aggressione è l’ultima di una serie che sta diventando sempre più lunga, nel Regno Unito. Una settimana fa la 18enne Ellie-Mae Mulholland era stata aggredita al grido di «fottuta lesbica». E aveva fatto il giro del mondo l’aggressione, a Londra, di una coppia di giovani lesbiche che era stata picchiata e aggredita per essersi rifiutata di baciarsi davanti al branco.

Think you can do this to my sister daft cunts! YOU WAIT!!!!!!!!!!!Happened on boothferry, anyone see this happen as police are involved!! Please share!!

Posted by Stevie-Leigh Ansell on Monday, July 8, 2019

In copertina Ryan Williams/Facebook

Leggi anche: