Dzeko sarà il primo a muovere il ballo delle punte. La Roma pensa (anche) a Icardi

Il bosniaco dovrebbe trasferirsi all’Inter a metà della prossima settimana. Poi l’effetto domino

L’equilibrio è precario e sul filo ci sono giocatori troppo pesanti (per muscoli e valutazione) da non essere soggetto a prossimo effetto domino. Nel caldo giro degli attaccanti scontenti di serie A, Dzeko dovrebbe essere il primo a scongelare la situazione. La presentazione dei calendari, prevista per lunedì a Milano, h 18,45, sarà l’ulteriore occasione di confronto diretto tra Inter e Roma per il trasferimento del bosniaco in nerazzurro.


Cosa manca

Sono due i fattori che finora hanno bloccato la trattativa:

  • una differenza economica di 6 milioni tra domanda e offerta (12 vs 18);
  • la necessità della Roma di trovare l’alternativa. Con Higuain deciso a restare alla Juve, i giallorossi non possono perdere ulteriore tempo.

La distanza tra le parti sarà, dunque, limata e Antonio Conte potrà contare sul primo attaccante dei due promessi da Marotta. Quello esperto, insomma. Mentre per Lukaku i tempi sembrano più lunghi anche se quella della Juventus per il belga sembra solo una operazione di disturbo.

Icardi story

E qui subentra la (scomoda) posizione di Mauro Icardi. Che nel tempo libero si diverte con famiglia e amici sul Lago di Como, mentre i corteggiatori si fanno avanti a mezzo intermediario. Su Maurito, che ha in mente sempre e solo la Juventus, ha chiesto informazioni anche la Roma.

Per ora solo una idea, come riporta pure Repubblica. Il progetto giallorosso sarebbe proprio quello di usare Dzeko a mo’ di grimaldello e offrire come conguaglio all’Inter ulteriori 30 milioni di euro. Per ora solo ipotesi perché prima c’è da convincere Icardi. Che aspetta la Juve e si allontana anche dal Napoli, a sua volta andato su Pepé.

Il ballo degli attaccanti è servito. Tutti cercano il compagno perfetto. E la prossima settimana sarà decisiva su tutti i fronti. E per tutte le big.

Foto di copertina / Ansa

Leggi anche: