Vertice M5S con Casaleggio a Roma. Bocche cucite tra i 5 Stelle

Nella Capitale è arrivato Davide Casaleggio, per una riunione durata quasi tre ore: si prepara la votazione sulla piattaforma Rousseau. Prosegue la trattativa con il Pd

Una riunione di quasi tre ore tra i vertici 5 Stelle per capire come affrontare la crisi di governo e la trattativa con il Pd. In un appartamento del centro di Roma, dove già lo aspettavano Davide Casaleggio, Pietro Dettori, il senatore Nicola Morra, i ministri Bonafede e Fraccaro e i capigruppo di Camera e Senato, Patuanelli e D’Uva, l’ultimo ad arrivare è stato Luigi Di Maio.


Il silenzio degli esponenti M5S all’uscita dalla riunione, che si sono limitati a rimandare all’incontro tra i leader di 5 Stelle e Pd, mostra come la trattativa tra i due partiti stia procedendo. All’incontro non ha partecipato Beppe Grillo che non è arrivato a Roma: era stato proprio il comico genovese con il vertice nella sua villa in Toscana a non escludere un accordo con i Dem.

Il capo politico M5S Di Maio è poi uscito prima degli altri esponenti 5 Stelle per il vertice a palazzo Chigi con il segretario Pd Nicola Zingaretti, durato meno di mezz’ora.

Leggi anche: