Salvini invita ancora al voto su Facebook. E no, non ha violato (per legge) il silenzio elettorale

Le norme che regolano il silenzio elettorale non parlano di social network. L’ultima volta che sono state aggiornate era il 1985

«Domani in Umbria facciamo la storia! Dalle 7 alle 23, basta una croce sul simbolo Lega e vinciamo! #domenicavotoLega». Chiaro, semplice, diretto. Il messaggio comparso alle 11.30 di oggi, sabato 26 ottobre, sulla bacheca di Matteo Salvini non lascia spazio a nessuna interpretazione.

MENO 1! #DOMENICAVOTOLEGA

Domani in Umbria facciamo la storia! Dalle 7 alle 23, basta una croce sul simbolo Lega e vinciamo! #domenicavotoLega

Posted by Matteo Salvini on Saturday, October 26, 2019
Fonte: Facebook | L’invito al voto di Salvini

È un messaggio elettorale ed è stato pubblicato il giorno prima del voto, quando i politici dovrebbero prendersi una pausa dalla propaganda. Salvini sta sbagliando? No, o meglio. Sta sfruttando un vuoto normativo. Come Open ha già scritto in un articolo del 21 gennaio, la legge sul silenzio elettorale non parla di social network.

Ecco infatti il testo dell’articolo 9 del 1956, poi modificato nel 1976

Nel giorno precedente ed in quelli stabiliti per le elezioni sono vietati i comizi, le riunioni di propaganda elettorale diretta o indiretta, in luoghi pubblici o aperti al pubblico, la nuova affissione di stampati, giornali murali o altri e manifesti di propaganda.
Nei giorni destinati alla votazione altresi’ e’ vietata ogni forma di propaganda elettorale entro il raggio di 200 metri dall’ingresso delle sezioni elettorali.
E’ consentita la nuova affissione di giornali quotidiani o periodici nelle bacheche previste all’articolo 1 della presente legge.
Chiunque contravviene alle norme di cui al presente articolo e’ punito con la reclusione fino ad un anno e con la multa da lire 50.000 a lire 500.000

Sal 1985 vengono aggiunte anche le emittenti radiotelevisive private:

Nel giorno precedente ed in quelli stabiliti per le elezioni è fatto divieto anche alle emittenti radiotelevisive private di diffondere propaganda elettorale.

Il leader della Lega non è il solo, anche Giorgia Meloni ha lanciato un chiaro appello al voto sui suoi social network.

Domani l’Umbria ha una grande possibilità: dire NO all'ennesimo patto della poltrona sulla pelle dei cittadini e SÌ a…

Posted by Giorgia Meloni on Saturday, October 26, 2019
Fonte: Facebook | Il post di Giorgia Meloni

Più cauto il candidato della coalizione Pd-M5s Vincenzo Bianconi che preferisce pubblicare solo un video di applausi e abbracci.

Insieme ce la facciamo

Ce la possiamo fare… 🤫

Gepostet von Vincenzo Bianconi am Freitag, 25. Oktober 2019
Fonte: Facebook |Il video pubblicato da Bianconi

Leggi anche: