Coronavirus, bollettino dallo Spallanzani: contagiato anche un vigile del Fuoco. Il poliziotto di Roma non è grave, positiva tutta la sua famiglia

«Il nucleo familiare – spiegano i medici – composto dalla moglie, due figli ed una cognata, positivi al test, è sottoposto a sorveglianza sanitaria domiciliare da parte della Asl competente».

L’ospedale Spallanzani di Roma ha diffuso il quotidiano bollettino sull’emergenza Coronavirus. Sono 12 al momento i casi positivi di Coronavirus accertati tra Roma e Provincia. Dagli ultimi dati dello Spallanzani si contano 7 ricoverati: la coppia di cinesi ormai negativizzata, il poliziotto ricoverato ieri, la famiglia di Fiumicino (madre, padre e una figlia) e un ultimo caso con un link epidemiologico veneto.

A questi vanno aggiunti il nucleo familiare del poliziotto ricoverato (moglie, due figli e cognata),tutti positivi e in sorveglianza sanitaria a casa, e un vigile del fuoco positivo al test e in sorveglianza nella caserma di Capannelle. Per quanto riguarda l’agente di polizia, il direttore sanitario dello Spallanzani comunica che «il poliziotto ha una polmonite bilaterale ma non è grave, è ricoverato in reparto». I suoi colleghi più stretti, tre persone, sono stati già sottoposti preventivamente a sorveglianza domiciliare. È in corso inoltre la sanificazione all’interno commissariato Spinaceto che durerà anche nelle prossime ore.

«In via precauzionale e in attesa del completamento dell’indagine epidemiologica, sono state sospese le attività didattiche del Liceo Pascal di Pomezia, frequentato da uno dei figli, e le lezioni del Corso di Laurea in Informatica della Università Sapienza di Roma, canale AL, frequentato dall’altro figlio» del poliziotto.

Positivo un allievo dei Vigili del Fuoco

«C’è un test positivo effettuato su di un giovane allievo Vigile del Fuoco dell’87 Corso, proveniente da Piacenza ed attualmente in sorveglianza sanitaria presso la caserma dei Vigili del Fuoco di Capannelle – informano ancora i sanitari dello Spallanzani – Sono state attivate, insieme al Comando dei Vigili del Fuoco tutte le misure di sicurezza e di sorveglianza previste dalle attuali procedure».

D’Amato ha inoltre comunicato la riapertura della chiesa di San Luigi dei Francesi, chiusa ieri dopo il caso del sacerdote contagiato dal virus ricoverato a Parigi. L’assessore ha poi confermato la chiusura «a scopo precauzionale» del liceo Pascal di Pomezia in provincia di Roma. La dirigenza ha deciso, in via preventiva, di fermare oggi le lezioni per effettuare le verifiche sul figlio dell’agente risultato positivo che frequenta l’istituto.

D’amato ha spiegato inoltre che c’è «incremento oggettivo dei casi, ma si tratta di casi che provengono dai focolai» del Nord Italia. Nello specifico l’assessore comunica che «è ricoverato un ulteriore caso positivo con un link epidemiologico veneto».

I pareri degli esperti

Leggi anche: