Gli esperti cinesi: nuovi contagi da coronavirus azzerati entro fine marzo

Ottimismo nelle previsioni che riguardano anche la città di Wuhan, epicentro mondiale dell’epidemia

Dall’inizio di questa settimana, ogni giorno, la Cina registra meno di 150 casi quotidiani di contagio da Coronavirus. Ed entro fine mese, annuncia Zhang Boli, un esperto della commissione nazionale che sta gestendo l’emergenza, i nuovi casi di positività dovrebbero raggiungere quota zero. Previsione che riguarda anche Wuhan e la provincia dell’Hubei, epicentro mondiale dell’epidemia.


La testata People’s Daily scrive che quasi tutti i territori fuori dallo Hubei hanno già arrestato, da fine febbraio, l’insorgere di nuovi contagi. Boli dichiara che, stando alle stime, i contagi dovrebbero cessare nello Hubei entro metà mese e a Wuhan prima del 31 marzo. Le dure restrizioni messe in piedi dalla Cina – tra cui le sospensioni dei trasporti, i blocchi delle città e l’estensione delle festività di Capodanno – pare stiano avendo l’effetto sperato.

L’emergenza coronavirus nel Paese si sta allentando e lo si percepisce anche dal ritorno della normalità in molte città. Ad esempio Chibi, centro abitato a Sud di Wuhan, dovrebbe rimuovere entro questo weekend i blocchi stradali e ripristinare la normale circolazione degli abitanti, non avendo segnalato nuovi casi di infezione, al 4 marzo, per 19 giorni.

Il parere degli esperti

Leggi anche: