Coronavirus, Emiliano impone la quarantena a chi torna in Puglia dal Nord – Il testo dell’ordinanza

Insieme all’ordinanza, un appello al buon senso: «Fermatevi, non portate nella Regione l’epidemia dal Nord»

Decine di persone che affollano la stazione di Milano Garibaldi nella notte, poche ore dopo che hanno iniziato a circolare le bozze del decreto del governo che vieta gli spostamenti dalle regioni del Nord. Sono le immagini diventate virali sui social nelle scorse ore. In risposta il governatore della Puglia, Michele Emiliano, ha deciso di emanare un’ordinanza che impone la quarantena a chi torna nella Regione dal Nord.


«Considerato che l’esodo di un così elevato numero di persone provenienti dalle zone cosiddette rosse potrebbe comportare l’ingresso incontrollato in Puglia di soggetti a rischio di trasmissione del virus, con conseguente grave pregiudizio alla salute pubblica, l’ordinanza dispone per tutti coloro che hanno fatto ingresso in Puglia dal 7 marzo provenienti dalla Regione Lombardia, e dalle province indicate dal nuovo Dpcm, di comunicare tale circostanza al proprio medico di medicina generale, di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario per 14 giorni, di osservare il divieto di spostamenti e viaggi, di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza», si legge nel documento.

Insieme all’ordinanza anche un appello al buon senso. «Vi parlo come se foste i miei figli, i miei fratelli, i miei nipoti: Fermatevi e tornate indietro. Scendete alla prima stazione ferroviaria, non prendete gli aerei per Bari e per Brindisi, tornate indietro con le auto, lasciate l’autobus alla prossima fermata. Non portate nella vostra Puglia l’epidemia lombarda, veneta ed emiliana scappando per prevenire l’entrata in vigore del decreto legge del Governo».

l parere degli esperti

Leggi anche: