L’8 marzo di una ragazza in quarantena per coronavirus: come festeggiare comunque, a distanza di sicurezza – Il video

Martina si era appena laureata quando è scattata la zona rossa nel suo comune. La sua festa di laurea è saltata, esattamente come qualsiasi altro programma negli ultimi 15 giorni

Martina Costa ha 27 anni. Esatti. Oggi, 8 marzo, per lei non è solo la festa della Donna, ma anche il suo compleanno. Mentre ci racconta questa coincidenza Martina non è indaffarata per ultimare gli ultimi preparativi per la sua festa, ma è dentro casa. Ci parla dallo schermo di un pc, dalla sua Casalpusterlengo. La città in cui è in quarantena da oltre 15 giorni per il Coronavirus.


Casalpusterlengo è uno dei comuni del basso Lodigiano che dal 23 febbraio si trova dentro la zona rossa, insieme a Castelgerundo, Bertonico e Castiglione d’Adda. Piccoli centri, da poche migliaia di abitanti, che da quel paziente 1 trovato a Codogno sono diventati il luogo più importante nelle mappe dell’epidemia di coronavirus.

Qui la quarantena dovrebbe finire il 9 marzo, in teoria. Ma Martina ci racconta che le comunicazioni ufficiali sono poche, soprattutto ora dopo il decreto che chiude la Lombardia e 14 province. Intanto si aspetta. In casa, fra Netflix, libri e famiglia. Sospesi mentre il resto dell’Italia, e del mondo, capisce cosa fare con questa epidemia.

Foto di copertina: Open | Martina Costa

Link utili

Il parere degli esperti

Leggi anche: