Coronavirus, Spallanzani: 54 ricoverati contagiati. Diversi guariti da polmonite bilaterale

Il direttore sanitario dell’istituto avverte: «Il tampone è necessario per i contatti stretti di positivi e che sono sintomatici. Evitiamo di correre a fare il tampone se non siamo in queste condizioni»

Il direttore sanitario dell’ospedale Spallanzani di Roma, Francesco Vaia, a margine del quotidiano bollettino sull’emergenza Coronavirus ha ribadito: «Il tampone è necessario per i contatti stretti di positivi e che sono sintomatici. Evitiamo di correre a fare il tampone se non siamo in queste condizioni». Vaia ha poi rassicurato: «Ribadiamo ancora una volta che si può guarire da questa malattia».

In questo momento nell’istituto della Capitale sono ricoverati a «77 pazienti», riferisce il bollettino. Quelli «Covid positivi sono in totale 54». I pazienti in osservazione sono 23. Quelli «che hanno superato la fase clinica e che sono negativi per la ricerca dell’acido nucleico del nuovo coronavirus sono 263. Diversi di essi, ancora positivi ma asintomatici sono stati dimessi a casa o presso strutture protette».

Si evidenzia nel bollettino che «alcuni di questi pazienti erano affetti da grave polmonite interstiziale bilaterale, oggi completamente risolta». In giornata sono previste diverse dimissioni di pazienti «già negativi al primo test e comunque asintomatici».

Il direttore Vaia ha sottolineato che «a Roma nessuno è morto per il coronavirus, anzi ci sono guariti da gravissime polmoniti bilaterale interstiziali». Nella Capitale c’è stato un decesso al San Giovanni “con” Covid-19 e non per Covid-19.

l parere degli esperti

Leggi anche: