«Black is King»: Beyoncé arriva su Disney Plus e racconta il colore della sua pelle

Il nuovo visual album della cantante è collegato al film d’animazione del 2019 «The Lion King»: «Quando noi neri raccontiamo le nostre storie, possiamo spostare l’asse del mondo»

Aveva incantato tutti con il giallo acceso di Lemonade nel 2016, stavolta Beyoncé torna con «Black is King», raccontando il colore della sua pelle. Un visual album, come lo chiamano gli americani, un racconto musicale per immagini che alterna tradizionali videoclip e canzoni all’interno di un unico tema. Il lavoro, disponibile oggi in streaming sulla piattaforma di Disney Plus, è un viaggio in musica e fotogrammi nella comunità nera. Una nuova produzione di casa Beyoncé Knowles-Carter, «dedicato ai giovani re e regine di oggi alla ricerca delle proprie corone», come ha descritto la cantante.

85 minuti e un viaggio che va da New York a Los Angeles, dal Sudafrica a Londra. Tutto si collega al film di animazione del 2019 The Lion Kingremake del cartone animato, in cui la cantante aveva partecipato prestando la voce al personaggio di Nala. Tra gli attori e ballerini i volti noti del marito Jay-Z, Tina Knowles-Lawson (madre della cantante), Naomi Campbell, Pharrell Williams e Kelly Rowland.

Il viaggio di un giovane re, l’amarezza del tradimento che da Lemonade ora torna più forte perché storia di un popolo intero. L’amore riscoperto e l’identità delle proprie radici, attraverso le famiglie nere dei tempi. Il tutto con l’enfasi attraente e sfacciata, allo stesso tempo, a cui Beyoncé ci ha abituato.

Visualizza questo post su Instagram

link in bio

Un post condiviso da Beyoncé (@beyonce) in data:

«Gli eventi del 2020 hanno reso la visione e il messaggio del film ancora più rilevanti. Credo che quando noi neri raccontiamo le nostre storie, possiamo spostare l’asse del mondo e raccontare la nostra reale storia di ricchezza generazionale», Beyoncé presenta il nuovo lavoro con l’eco del Black Lives Matter che risuona nelle piazze americane e non solo.

«Una lettera d’amore all’Africa» che, grazie all’accordo con M-Net e Canal+ Afrique, verrà diffuso anche in molti Paesi del continente africano. I memoriali celebrativi non guastano mai, specie se fatti da artisti come Beyoncé. La sfida sta nel non fermarsi alla memoria.

Leggi anche: