Oltre 80 mila controlli solo nella Vigilia di Natale. Tanti, ma non quanto nella prima ondata

di Valerio Berra

Il numero di persone sanzionate è 826 mentre 7 sono state denunciate per aver violato la quarantena. 13.771 le verifiche sugli esercizi commerciali

Dieci giorni segnati di rosso nel calendario del Governo. Dieci giorni in cui i cittadini devono limitare il più possibile gli spostamenti per evitare che queste feste diventino il carburante per la prossima ondata di Coronavirus. Dieci giorni che, come si può vedere dai primi dati del Viminale diffusi oggi 25 dicembre, saranno segnati anche da controlli a tappeto per verificare che tutte le disposizione dell’ultimo decreto per contenere l’epidemia vengano rispettate. Il 24 dicembre il numero dei controlli effettuati è arrivato a 81.885. Per 826 persone sono scattate le sanzioni mentre 7 sono state denunciate per aver violato la quarantena. In tutto le verifiche effettuate negli esercizi commerciali sono state 13.771, 14 di questi sono stati chiusi per aver violato le norme anti-Covid.


Numeri alti certo. Ma ancora lontani da quelli della prima ondata. Il 15 marzo, nelle fase più dure dell’epidemia, il dati comunicati dal Viminale erano parecchio più alti. Il numero dei controlli era arrivato a 114.891 con 7.120 persone denunciate. Gli esercizi commerciali controllati erano stati 64.114 e 120 esercenti erano stati controllati. Poche settimane dopo, il 27 aprile, i dati erano ancora più alti: 274.396 le persone fermate a 101.872 gli esercizi commerciali verificati.


Da sapere:

Leggi anche: