Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Vaccini anti-Covid, da oggi in Lombardia aperte le prenotazioni per la terza dose agli under 40

L’obiettivo della Regione è quello di arrivare a 100mila somministrazioni quotidiane a partire dalla prossima settimana

Da oggi in Lombardia è ufficialmente aperta la prenotazione della terza dose anche per gli under 40. Sul sito della regione sarà possibile accogliere le richieste dei cittadini con età compresa tra i 18 e i 39 anni che hanno completato il primo ciclo vaccinale. In alternativa è possibile prenotare recandosi presso uno dei numerosi sportelli automatici di Poste italiane, senza dover essere necessariamente un cliente, inserendo la tessera sanitaria, il Cap di residenza/domicilio e il numero di cellulare. Oppure è possibile chiamare il numero verde 800 894 545. L’intervallo minimo dalla seconda dose è di cinque mesi e l’obiettivo della Regione Lombardia è quello di arrivare a 100 mila somministrazioni quotidiane a partire dalla prossima settimana. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, Guido Bertolaso, ex capo della protezione civile, ha sottolineato che dicembre sarà il mese decisivo per placare la diffusione del virus: «È dimostrato che il picco di questa ondata sarà verso fine gennaio per cui vaccinare con la terza dose a febbraio è inutile, bisogna farlo adesso».


A prescindere dal farmaco utilizzato nel primo ciclo di vaccinazione, i vaccini utilizzati per la dose booster saranno Pfizer e Moderna. Rimangono ovviamente aperte le prenotazioni per la dose booster a over 40, immunocompromessi, operatori sanitari, soggetti fragili, trapiantati e maggiorenni vaccinati con Janssen. Per quanto riguarda invece le donne in gravidanza, è possibile accedere direttamente all’hub vaccinale di Citylife senza alcun bisogno di prenotazione, così come spiegato da Letizia Moratti, vicepresidente della Regione Lombardia e assessore al Welfare: «Visto l’importante aumento di contagi a cui stiamo assistendo nell’ultima settimana le donne gravide o le neomamme che stanno allattando possono accedere direttamente al Palazzo delle Scintille. Rientrano tra le categorie da proteggere il prima possibile contro l’infezione. Ringrazio la direzione di presidio del Policlinico che ha reso possibile l’accesso alla vaccinazione tra le 18 e le 20».


Immagine in evidenza: Ansa

Continua a leggere su Open

Leggi anche: