Il Consiglio dei ministri approva lo stato di emergenza per Ischia. Stanziati 2 milioni di euro

Il Cdm annuncia che la parte del Pnrr destinata al clima sarà chiusa entro l’anno

Si è chiuso dopo circa un’ora il consiglio dei ministri convocato in via straordinaria questa mattina. Su proposta della premier Giorgia Meloni e del ministro per la protezione civile, Nello Musumeci, il consiglio dei ministri ha approvato lo stato di emergenza per l’isola di Ischia, dove si contano 2 morti e 10 dispersi. Il ministro dello Sviluppo Economico, Adolfo Urso, ha spiegato in mattinata che oltre a dichiarare lo stato di emergenza, il Cdm si sarebbe occupato di predisporre anche le misure del piano nazionale del clima. Si deve intervenire, ha detto Urso, «non solo con le risorse del Pnrr. Il governo ha il dovere di intervenire e lo farà con la riunione di oggi». Due milioni di euro sono stati stanziati «Per l’attuazione dei primi interventi urgenti, di soccorso e assistenza alla popolazione e di ripristino della funzionalità dei servizi pubblici e delle infrastrutture di reti strategiche», prelevati dal Fondo per le emergenze nazionali a cui potrebbero seguire nuovi fondi «all’esito degli approfondimenti circa l’effettivo impatto degli eventi», si legge nel comunicato conclusivo di palazzo Chigi. Il comunicato specifica pure che «L’ordinanza di Protezione civile che seguirà alla dichiarazione dello stato di emergenza, conterrà anche la proroga degli adempimenti fiscali e contributivi fino a dicembre 2022, per i residenti a Ischia e per gli operatori economici dell’isola, mentre la proroga per il 2023 sarà disposta con norma di legge. Verrà anche prorogata la funzionalità della sezione distaccata di Ischia del Tribunale». C’è poi il tema più generale del «Piano nazionale di adattamento al cambiamento climatico» da approvare «entro l’anno». Su questo punto, si legge «i ministri competenti sono chiamati ad effettuere una attenta ricognizione delle risorse finanziarie già esistenti per fronteggiare l’emergenza idrogeologica nazionale al fine di utilizzarle per intero, e del personale da dedicare a supporto dei Comuni, a cominciare dai più piccoli». Infine, il Cdm ha proposto al Capo della Protezione Civile di nominare, quale Commissario per la Protezione Civile a Ischia, la Dott.sa Simonetta Calcaterra, attuale Commissario straordinario del Comune di Casamicciola.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: