Come anticipato, Grillo torna a farsi sentire: e rafforza l’endorsement a Conte, o lui o elezioni?

di OPEN

Nuovo intervento del fondatore, che ancora una volta mette il Pd alle strette

«”Saluto con grande piacere il Professor Giuseppe Conte, lo abbiamo visto attraversare una foresta di dubbi e preoccupazioni maldestre, faziose e manierate, che ha saputo superare grazie a dei requisiti fondamentali per la carica che è destinato a ricoprire: la tenuta psicologica e l’eleganza nei modi…”. Così scrivevo a proposito del nostro Presidente del Consiglio, a maggio del 2018 e questo è il mio pensiero a distanza di un anno. Come sempre buona domenica dall’Elevato!».

Bastano poche righe, una auto-citazione a un anno di distanza, a rilanciare definitivamente la candidatura senza alternative di Giuseppe Conte alla guida del governo (molto in bilico) col Pd.

E non sarà un caso se il nuovo post è stato pubblicato sul blog di Beppe Grillo pochi minuti dopo la notizia del passo indietro di Roberto Fico (come Open vi aveva preannunciato, riferendovi dell’attesa per una nuova uscita del fondatore del M5s). È sempre più chiaro che Grillo è tornato in campo per restarci, e per fare da parafulmine in una situazione critica per il Movimento, tra un’esperienza di governo finita male (dopo il pessimo risultato alle europee) e una trattativa con il partito democratico che resta molto problematica. E tra 48 ore Mattarella vuole poter decidere: governo o elezioni.

Leggi anche: