Coronavirus, due contagiati nei palazzi Ue a Bruxelles: uno era tornato da un viaggio in Italia

L’Agenzia di difesa europea ha sospesi tutte le riunioni in sede e gli incontri esterni

Sono due i casi di contagio da Coronavirus registrati nei palazzi delle istituzioni Ue a Bruxelles. Il primo è emerso da un’email dell’Agenzia di difesa europea (Eda), visionata dal sito Euractiv. Tutte le riunioni presso la sede dell’agenzia sono state cancellate fino al 13 marzo. L’Eda ha anche annullato tutti gli incontri esterni del suo staff. Il funzionario contagiato era tornato da un viaggio in Italia la scorsa settimana, ed aveva manifestato i primi sintomi il 29 febbraio. Anche un collega dello staff militare del servizio di azione esterna (Eeas), con sintomi simili, è in attesa dei risultati del test.


Il secondo paziente è un funzionario che lavora per l’unità di sicurezza del Consiglio europeo. Secondo un funzionario Ue, il paziente è rimasto contagiato dopo aver avuto contatti diretti con un altro caso positivo in Belgio.

Il parere degli esperti:

Leggi anche: