Il sindaco di Cremona positivo al coronavirus: «Devo rallentare, ma dobbiamo avere speranza»

L’annuncio su Facebook del sindaco di Cremona, dopo averlo comunicato alla sua famiglia. Da un mese impegnato in uno dei fronti più caldi dell’emergenza

È risultato positivo al Coronavirus il sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti, da ieri in quarantena dopo ormai un mese di lavoro incessante in una delle zone d’Italia sin da subito tra le più colpite dall’epidemia. «Ho febbre e un po’ di tosse e raffreddore – ha raccontato su Facebook – ma non ho problemi respiratori e spero di non averne anche nei prossimi giorni». L’esito del tampone è arrivato ieri sera, quando Galimberti lo ha comunicato prima alla sua famiglia, per poi rendere la notizia pubblica sui social: «Sono un po’ preoccupato per loro, per Anna e i miei ragazzi – ha aggiunto – E poi occorreva organizzare la “divisione” degli spazi in casa. Io separato dagli altri e tutti in quarantena. Molti altri lo hanno già sperimentato».

⚠️ CORONAVIRUS – SONO POSITIVO E IN QUARANTENA. IL LAVORO PER LA CITTÀ CONTINUA – AGGIORNAMENTO ORE 9Ho il…

Gepostet von Gianluca Galimberti am Sonntag, 22. März 2020

Ora Galimberti dovrà «rallentare i ritmi perché non sono in forma, ma continuano a lavorare dalla nostra casa, in quarantena, per la città, in contatto con la squadra della Giunta e del Comune che ringrazio infinitamente, con le altre istituzioni, con Governo, Regione e gli altri sindaci». E dopo l’invito a continuare a rispettare le regole finora ribadite nelle diverse ordinanze comunali e regionali, Galimberti ha lanciato un appello: «Dobbiamo avere speranza, forza e coraggio. Pensare a noi pensando agli altri. Tutelare gli altri tutelando noi stessi. Uniti, insieme, riusciremo a farcela!».

Il parere degli esperti:

Leggi anche: