Coronavirus, la Spagna supererà l’Italia? Escalation di contagi e vittime – Il documento con i numeri

Sono 190mila i casi confermati in tutta Europa, oltre 11mila le vittime tra Italia, Spagna, Germania, Francia, Svizzera e Regno Unito

Schizzano a quasi 40mila, secondo i dati diffusi in un documento del centro de Coordinación de Alertas y Emergencias sanitarias, i casi di persone positive al Coronavirus in Spagna. I numeri aggiornati parlano di 39.673 casi, 2.696 morti e 3.794 guariti. Numeri pesanti che mostrano come la Spagna supererà l’Italia: in pochissimi giorni l’escalation spagnola ha subito un’accelerata in termini di gravità e velocità rispetto all’evoluzione del quadro italiano. Sono ancora una volta i dati a raccontarlo: negli ultimi 14 giorni l’Italia ha registrato 4.789 nuovi casi, la Spagna 6.584. Erano 31.506 i contagiati in Italia una settimana fa, 2.503 le vittime.


Le Comunità autonome con la più alta incidenza cumulativa negli ultimi 14 giorni sono La Rioja, Madrid, Navarra e Castilla La Mancha, si legge ancora nel documento del 24 marzo – con i dati del 23 marzo, consolidati alle 21. Anche per la Spagna, le fasce di età più ospedalizzate risultano essere quelle dai 60 anni in su.

Il documento Actualización no 54. Enfermedad por el coronavirus (COVID-19). 24.03.2020 (datos consolidados a las 21:00 horas del 23.03.2020)

Situazione in Italia di una settimana fa

In Europa, si legge ancora nel monitoraggio, ad oggi sono stati segnalati almeno 189.989 casi confermati. I paesi con i casi più segnalati sono Italia, Spagna, Germania e Francia. Il paese con il maggior numero di decessi è l’Italia (7.432) seguita dalla Spagna (2.696) e dalla Francia (860). Sono 11.475 le vittime totali di Italia, Spagna, Germania, Francia, Svizzera e Regno Unito.

Sono 190mila i casi confermati in tutta Europa

In copertina PIERRE-PHILIPPE MARCOU / AFP | I componenti dell’Unità di emergenza militare dell’esercito spagnolo (UME) che indossano tute protettive si trovano fuori dal centro commerciale Palacio de Hielo (Palazzo del Ghiaccio) dove una pista di pattinaggio è stata trasformata in un obitorio temporaneo il 24 marzo 2020 a Madrid per far fronte a un’ondata di morti nella capitale spagnola a causa del coronavirus.

Il parere degli esperti

Leggi anche: