Assembramenti per la vittoria del Napoli, de Magistris difende i festeggiamenti. Botta e risposta De Luca-Salvini

De Luca rompe il silenzio, ma rimanda la “sentenza”

«Solo chi non conosce Napoli può pensare che dopo una vittoria contro la Juventus i napoletani sarebbero rimasti a casa a esultare tra le quattro mura». Con queste parole il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris ha difeso i tifosi del Napoli che dopo la vittoria della squadra in Coppa Italia sono scesi in strada a festeggiare, tra le polemiche per gli assembramenti.

«Chi critica dovrebbe essere meno ipocrita», ha detto il primo cittadino nel corso della trasmissione Un giorno da Pecora, riferendosi probabilmente anche a Ranieri Guerra – direttore aggiunto dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) – che ieri, 18 giugno, aveva definito «sciagurati» i tifosi scesi a festeggiare.

«O non si facevano più giocare le partite di campionato e Coppa fino a settembre o, in qualche modo, quanto accaduto l’altra sera era inevitabile», ha aggiunto il sindaco. Ma ha condannato chi si è tuffato nelle fontane: «Mi hanno amareggiato molto perché si può festeggiare, gioire, godere di una giornata bella con rispetto».

La frecciatina di De Luca a Salvini

Anche Vincenzo De Luca ha pubblicato un post sulla vicenda, rimandando però a oggi la sua “sentenza”: «Daremo domani, senza fretta, una risposta congrua a un somaro geneticamente puro», ha detto riferendosi a probabilmente a Matteo Salvini che ieri, 18 giugno, lo aveva chiamato in causa. «Dov’era il signor De Luca, quello che era pronto a usare i bazooka contro i milanesi e contro gli italiani che andavano in giro per Napoli e per la Campania? Si sarà addormentato», aveva detto il leader della Lega.

La replica di Salvini

Non è mancata la replica del segretario della Lega: «Un governatore che dice di un altra persona che è un somaro è un poveretto, è lo stesso che durante la pandemia parlò della mia montatura dicendo che era color cacca. Ora parliamo di cose serie non di chi prende uno stipendio senza risolvere i problemi dei suoi cittadini», ha detto Salvini in diretta tv con 7Gold.

Leggi anche: