Il video della polizia che lascia passare i sostenitori di Trump: scoppia la polemica dietro l’assalto al Congresso

di Maria Pia Mazza

Nel video si vedono gli agenti spostare le transenne senza tentare di fermare le persone. Alcuni sostengono si sia trattato di una tecnica di de-escalation, ma non è ancora stata fornita una versione ufficiale

L’assalto dei sostenitori pro-Trump al Campidoglio americano, che ha visto come protagonisti QAnon, neonazisti, antisemiti e troll, ha scioccato il mondo intero. Un’offensiva violenta che ha portato alla morte di almeno 4 persone e di diversi feriti. Ma sono ancora molti gli interrogativi, specialmente sul ruolo avuto dalla polizia di Capitol Hill nell’attacco. Già, perché in rete circolano video in cui si vedono alcuni agenti che si fan selfie con i sostenitori di Donald Trump che erano riusciti a entrare nell’edificio. Ma come sono arrivati all’edificio che, normalmente, è sottoposto a imponenti misure di controllo da parte della polizia? Perché non sono state dispiegate, se non addirittura implementate, le misure di sicurezza?


C’è poi un video, su cui è ancora da fare piena luce, in cui si vedono gli agenti stessi che spostano le transenne e lasciano passare i sostenitori trumpiani senza tentare di fermarli o di disperderli, permettendo loro di avvicinarsi ulteriormente al Campidoglio. Nel video, tuttavia, si vede per alcune frazioni di secondo un manifestante già dietro il “cordone” della polizia. Tant’è che alcuni sostengono che la folla avesse già superato le barriere e si sia impiegata una tecnica di de-escalation al fine di evitare che la folla sopraggiungesse con maggiore foga. Ma, come si è successivamente visto, l’impatto vero è arrivato sino alle stanze più inaccessibili del Campidoglio. 


«A cosa diavolo stavano pensando le forze dell’ordine di Capitol Hill non essendosi assicurato il Campidoglio oggi?», ha chiesto alla CNBC l’ex segretario alla Difesa Leon Panetta. «Tutti sapevano che ci sarebbe stati dei violenti – prosegue Panetta – tutti sapevano che ci sarebbero state persone interessate a non fare altro che creare il caos in Campidoglio, e francamente era responsabilità delle forze dell’ordine e della polizia di Capitol Hill proteggere il Campidoglio». Già, perché la manifestazione nel cuore di Washington non è stata improvvisata, ma era stata pianificata da settimane.

Leggi anche: