Assalto al Congresso, la Camera approva l’impeachment: Trump è il primo presidente in stato d’accusa due volte

Trump è il primo presidente della storia a finire in stato d’accusa due volte, dopo quella per l’Ucrainagate. L’intero edificio, assaltato il 6 gennaio, è ora presidiato dalla Guardia nazionale e protetto da un’alta recinzione metallica

La Camera Usa ha approvato la mozione di impeachment contro Donald Trump per incitamento all’insurrezione. L’approvazione è arrivata dopo una procedura lampo di un solo giorno. Il presidente uscente è accusato di aver incoraggiato i suoi supporter nell’assalto a Capitol Hill mentre era in corso la procedura di ratifica della vittoria di Joe Biden. Hanno votato a favore 222 dem, contro 197 repubblicani. Cinque i parlamentari che hanno preferito l’astensione. Sono solo 10 su 211 i deputati repubblicani che si sono espressi a favore della risoluzione di impeachment. Nelle aspettative della Casa Bianca, dovevano essere circa una ventina. Ma è comunque un segnale forte. Trump è il primo presidente della storia a finire in stato d’accusa due volte, dopo quella per l’Ucrainagate. Allora nessun esponente aveva osato rompere le righe.


Capitol Hill blindata

La sede del Congresso degli Stati Uniti presa d’assalto il 6 gennaio dai sostenitori di Donald Trump, oggi è blindata. L’intero edificio è presidiato dalla Guardia Nazionale e protetto da un’alta recinzione metallica. Anche all’interno ci sono le truppe e sui social network sono state postate diverse foto di militari in mimetica, sdraiati nei corridoi. Misure di sicurezza speciali anche per la residenza del vicepresidente Mike Pence, attorno alla quale nella notte i militari hanno eretto una barriera metallica. L’Fbi ha lanciato l’allarme per nuove proteste armate a Washington e in altri Stati americani anche in vista del giuramento di Joe Biden il 20 gennaio.

Foto nella gallery: Twitter

Video: Facebook / WDRB

Leggi anche: