Svezia, Verdi perdono terreno nel Paese di Greta Thunberg

Si confermano al primo posto il partito del Primo Ministro Stefan Löfven. Calano i Verdi

Ore 02:30 – Aggiornamento: I social democratici si confermano primo partito con 5 seggi e il 23,6 % delle preferenze. I Verdi passano al quarto posto con soltanto 2 seggi (erano 4 nel 2014).

Ore 01:30 – Secondo i dati raccolti, è il Partito popolare europe (Ppe) ha ottenere il maggior numero di seggi – 6 in totale – dal Paese grazie al Partito moderato e i Democratici Cristiani.

Ore 00:30 – Il leader del partito di estrema destra Democratici Svedesi, Jimmie Akesson, ha ringraziato su Twitter i suoi elettori. Il suo partito ha perso quattro punti percentuali, classificandosi al quarto posto.

Ore 23:00 – Usciti i dati preliminari per la Svezia nelle elezioni europee. Al primo posto sarebbe il Partito social democratico dei lavoratori con il 23,7% dei voti. Secondo invece il Partito moderato di centrodestra con il 16,7 percento. Terzi invece il Partito dei Democratici Svedesi di estrema destra con il 15,5 percento dei voti. Fermi al quarto posto invece i Verdi, con 11,4 percento.

Nel 2014 si era classificato al primo posto, con il 24% delle preferenze il Partito social democratico dei lavoratori, seguito dal Partito Ambientalista dei Verdi (15%), il Partito Moderato (13%), il Partito poplare liberale (9,9%). Con due seggi e circa il 9% dei voti i Democratici Svedesi.

Nel Paese di Greta Thunberg, l’attivista sedicenne che ha ispirato il movimento di attivismo climatico studentesco, Fridays For Future, sbarcato anche in Italia, i Verdi scendono nei consensi, dal secondo posto e il 15% al al quarto posto con circa l’11%.

Da sapere:

Leggi anche: