Coronavirus, in arrivo il decreto con aiuti a famiglie e imprese: lo stop delle tasse però non riguarda tutti

I tecnici del Mef starebbero valutando un sistema a “tre corsie” per la sospensione delle tasse

Nel decreto fiscale del governo previsto oggi, 13 marzo, con le misure a sostegno delle imprese nell’emergenza Coronavirus, secondo quanto riferisce Il Sole 24 Ore, ci sarà una sospensione “a tre corsie” per ritenute, contributi e Iva, lo stop alle attività delle Entrate e di quella dell’agente pubblico della riscossione e il blocco dei termini di pagamento legati a cartelle, al saldo e stralcio, alla rottamazione-ter e agli atti esecutivi del Fisco.

Sempre secondo il quotidiano economico i tecnici del ministero delle Finanze sarebbero riusciti a trovare una strada per sospendere i versamenti di lunedì prossimo per imprese, autonomi e professionisti chiamati a pagare l’Iva annuale, le ritenute Irpef e i contributi. Quindi uno stop che non arriva per tutti, ma che dovrebbe rappresentare una boccata d’ossigeno per l’economia reale in una fase delicata dove la crisi sanitaria si unisce a quella economica.

Una sospensione generalizzata delle imposte sarebbe costata circa 22,5 miliardi di mancata cassa: una cifra enorme che difficilmente sarebbe stata gestibile. Quindi la scelta di una sospensione selettiva dei pagamenti fiscali, almeno di quelli più onerosi. Poi, il rinvio delle ritenute e dei contributi che dovrebbe arrivare per le imprese delle filiere più colpite, come turismo, fiere, trasporti, sport, cultura e spettacolo.

Per quanto riguarda gli autonomi il governo lavora per la sospensione di ritenute, contributi e Iva per quelli con fatturati fino a 400mila euro in caso di prestazioni di servizi (società e professionisti) e le partite Iva con ricavi inferiori a 700mila euro: dunque per commercianti, artigiani e piccole imprese.

Intanto l’Autorità per l’energia, le reti e l’ambiente (Arera) ha deciso di sospendere i distacchi per morosità per elettricità, gas e acqua, che verranno rimandati dal 10 marzo al 3 aprile. è stata inoltre costituita una Cassa per i servizi energetici e ambientali di 1 miliardo di euro per altri interventi a favore dei consumatori. Anche Italgas, già da domenica scorsa, aveva annunciato di aver sospeso i distacchi.

Il parere degli esperti:

Leggi anche: