Coronavirus, flash mob a mezzogiorno: un applauso dalle finestre d’Italia per chi lavora negli ospedali – I video

C’è chi canta l’Inno di Mameli, chi sventola un tricolore e chi fa rumore con le pentole: da Nord a Sud, sabato 14 marzo, è andato in scena un grande flash mob per ringraziare il personale sanitario

«Tutti alle finestre per un lungo applauso di ringraziamento a coloro che stanno lavorando per noi negli ospedali e di incoraggiamento». Il flashmob fissato per oggi a mezzogiorno è girato in queste ore sui social ed è stato condiviso da molti. «Un gesto semplice per unire le nostre mani» durante il lockdown causato dal Coronavirus, dicono i promotori.


Milano

Un lungo applauso per medici e infermieri dalle finestre e dai balconi è scattato a mezzogiorno a Milano. L’invito al flash mob a distanza di sicurezza circolava sui social e sulle chat di quartiere, ma anche chi non lo aveva visto è stato richiamato ad affacciarsi sulla strada e a partecipare. In meno di un minuto metà delle finestre di via degli Imbriani, nel quartiere della Bovisa, periferia Nord di Milano, si sono aperte sulla via deserta, con famiglie intere affacciate a vedere cosa succedeva per poi unirsi subito al lungo e caloroso applauso.

Torino

Anche Torino applaude i medici e gli infermieri in prima fila nell’emergenza. Sono numerosi i torinesi che si sono affacciati ai balconi e alle finestre delle proprie case, aderendo al flash mob promosso dal tam-tam sui social, per ringraziare con un lungo applauso tutte le persone impegnate in questi giorni difficili.

Roma

Da Appio Latino a Monteverde, accompagnati dal suono delle campane, anche i romani si sono affacciati ai balconi per omaggiare lo sforzo di tutte quelle persone che stanno lavorando per arginare l’emergenza del Coronavirus. Intanto sui social c’è chi già rilancia l’appuntamento sui balconi al tardo pomeriggio di sabato 14 marzo.

Bari

https://www.facebook.com/100009825671622/videos/1120892071581638/

Molta gente si è affacciata dai balconi a mezzogiorno in punto a Bari: c’è chi ha intonato l’inno di Mameli, chi ha sventolato il Tricolore e alla fine un lungo applauso per ringraziare il personale sanitario impegnato in prima fila in questi giorni difficili per combattere la pandemia da coronavirus. Il flash mob è stato promosso dal tam-tam sui social in tutta Italia.

https://www.facebook.com/ramona.nparadiso.5/videos/633257924134090/

Il parere degli esperti:

Leggi anche: