Coronavirus, Fontana: «Chiederò la chiusura di tutte le attività. Troppa gente in giro e senza mascherine» – Il video

Il governatore chiede lo stop delle attività produttive e del trasporto pubblico. Secondo la delegazione cinese della Croce rossa, c’è troppa gente in giro e senza mascherine

Si è presentato al punto stampa sul Coronavirus indossando una mascherina il presidente della Lombardia Attilio Fontana. Al suo fianco, il vicepresidente della Croce rossa cinese Sun Shuopeng. «Colui che ha gestito quanto accaduto a Wuhan in maniera diretta – ha raccontato Fontana – è stupito della troppa gente nelle strade, troppa gente a usare il trasporto pubblico e poca gente con le mascherine». «I suoi primi consigli – ha aggiunto il governatore – sono inerenti alle nostre misure: sono troppo poco rigide».

«Al premier chiedo misure più rigide»

Il governatore della Lombardia non usa mezzi termini e si rivolge direttamente all’esecutivo: «Chiedo misure più rigide». Poi ha fatto sapere che oggi stesso parlerò al presidente del Consiglio Conte per capire «cosa si possa fare nel più breve tempo possibile». Ha sottolineato Fontana nel punto stampa alla luce di quanto suggerito dalla delegazione cinese guidata dal vicepresidente della Cri locale Sun Shuopeng. In particolare, ha fatto sapere, «chiederò che si prendano i provvedimenti che sono stati suggeriti con stop di attività produttive e trasporto pubblico».

«Avanti coi lavori all’ospedale campo di Bergamo»

Quanto ai lavori per l’ospedale da campo dell’associazione Alpini a Bergamo, il presidente ha fatto sapere che oggi pomeriggio stesso verrà data la conferma che riprenderanno. «Siamo riusciti a recuperare un gruppo di medici per rendere efficiente ed efficace l’ospedale» su cui proprio ieri c’era stata una frenata proprio per la mancanza di personale. A questo punto, ricevuta la conferma della disponibilità di personale medico, i lavori potranno riprendere come da programma.

Il parere degli esperti:

Leggi anche: